Utente 410XXX
Gentili Dottori, scrivo per domandarvi un parere sulla toxoplasmosi contratta da moa moglia mentre tentavamo di concepire un bambino.
Lei ha 34 anni, ottima salute, sindrome di Gilbert ereditaria diagnosticata dal 2009 (nessun sintomo, solo valori di bilorubina sempre entro 2.0).
I primissimi giorni di marzo ha notato linfonodi laterocervicali destri aumentati di volume.
Ecco i valori di tutte la analisi per la toxo infezione primaria diagnosticata da allora:
31/03
Igg: 75,40 Igm: 63,2 Iga non dosati Aviditá non dosata (ospedale)
12/04
Igg:286,0 Igm:75,90 Iga: 3,0 Aviditá: 0,06 (ospedale)
5/06
Igg: >250 Igm: >10,0 Iga: 5,2 Aviditá: 0,10 (ambulatorio in convenzione)
14/07
Igg: >250 Igm: 6,48 Iga: 5,8 Aviditá: 0,11
Eco addome superiore il 1/08: nessun danno
Terapia: 2 compresse al giorno di spiramicina per 18 giorni, fino al 29/04

Quale pensate che sará il decorso dell'infezione? Quando pensate che potremo riprovare ad avere un bimbo?

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
c'è da aspettare per sicurezza che le IgM diventino negative.
Sua moglie non è in attesa: avrei visto meglio una terapia con co-trimoxazolo piuttosto che con la Spiramicina che si somministra in gravidanza ma ha una attività sul Toxoplasma molto inferiore.
Ne parli con chi la sta curando.
Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 410XXX

Gentili Dottori,

Sono trascorsi dei mesi dalle ultime analisi e ho una domanda per voi. al riguardo.

5 giugno 2017
IGG: >250
IGM: 10,0
IGA = 5,2

14 luglio 2017
IGG: >250
IGM: 6,48
IGA = 5,8
Avidità: 2,9

28 settembre 2017
IGG: >250
IGM: 4,15
IGA: 6,3

Il contagio è avvenuto presumibilmente a fine febbraio e in alto in questo thread ci sono i valori di fine marzo.
Le IGM si vanno abbassando e l'avidità è ormai alta.
Perché le IGA invece continuano ad alzarsi? L'emocromo è a posto e mia moglie ha già contratto negli anni passati sia il CMV sia la mononucleosi.
Cosa ne pensate?

Grazie mille!

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
senza valori di riferimento del suo laboratorio è arduo essere puntuali
Occorre conoscere il cutoff delle IgM.
Tuttavia è evidente che il consolidamento della risposta immunitaria IgG è cospicuo con pari decremento delle IgM.
Come deve accadere per dichiarare la guarigione sierologica.
Le IgA non sono indicative di alcunchè in questa malattia e possono essere non tenute in considerazione: è bene ed è fisioloogico tuttavia che aumentino e non che diminuiscano.
Se vorrà potrà aggiornare il consulto.
Un cordiale saluto,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 410XXX

Gentile Dottore,

La ringrazio molto per la chiarezza della sua risposta.
Le indico qui di seguito i valori di riferimento del laboratorio in cui sono state eseguite le analisi.
IGG minore di 6,50 negativo; tra 6,50 e 8 dubbio; uguale o superiore a i positivo
IGM <0,9 negativo; tra 0,9 e 1,1 indeterminato; >1,1 positivo
IGA <0,8 negativo; tra 0,8 e 1,2 dubbio; >1,2 positivo

Impossibile capire quando le IGM si negativizzeranno?

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Carissimo,
impossibile prevederlo: io penso che in un paio di mesi massimo scenderanno al cutoff...
Mi aggiorni pure, se vorrà.
Grazie per la sua recensione.
Un caro saluto,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.