Utente 462XXX
Gentili dottori, sono un donatore di sangue e il 30 agosto sono andato a donare il sangue. Nei giorni scorsi mi è venuto un dubbio a riguardo. Un mio amico ha avuto la mononucleosi, dalla quale è guarito ai primi di luglio; io non ho avuto contatti con lui quando la malattia era conclamata, però mi sono ricordato di aver bevuto dal suo stesso bicchiere un paio di volte, tutte dopo un mese che lui era guarito e l'ultima circa 15 giorni prima della donazione. Purtroppo questi particolari non mi sono venuti in mente prima della donazione e neanche al momento della compilazione del questionario pre-donazione. Aggiungo di non essere mai stato male dopo questi episodi e che i risultati delle analisi del sangue svolte per la donazione indicano che i globuli bianchi sono ampiamente al di sotto della soglia massima. Volevo chiedervi se quest'ultima informazione è sufficiente per essere sicuro di non aver contratto il virus oppure no, e di conseguenza se è il caso che mi escluda dalla donazione. Grazie

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
stia pure tranquillo.
La mononucleosi e altre malattie a larghissima diffusione tra la popolazione non vengono screenate perchè il pericolo di trasmissione con la emotrasfusione o con i suoi prodotti sono minimi.
Inoltre lei ha agito in totale buona fede, il suo amico era guarito da un mese e lei non aveva una mononucleosi in atto.
Si tranquillizzi sia per sè che per i possibili riceventi.
Saluti Cari.
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 462XXX

Grazie mille della veloce risposta.