Utente 460XXX
Buongiorno dopo circa un mese dalla comparsa del sifiloma inizio la cura con 14 iniezioni di ceftriaxone da 1 g e poi 14 giorni di bassado 2 volte al dì.
Le visite e le analisi da fare dopo 2 mesi da fine cura.
La mia domanda è: quando posso essere certo di non essere più contagioso?posso fare delle analisi subito dopo la cura o devo aspettare i 2 mesi?
Grazie mille

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
premeso che la Sifilide si cura con la BenzilPenicillina Benzatina, non per un capriccio ma per evidenze clinico - infettivologiche e motivazioni farmacocinetiche che assicurano una completa e sicura guarigione dalla malattia, le chiedo per pura curiosità chi le ha dato la terapia che ha effettuato: un infettivologo, un dermovenereologo o il medico curante?
Dato che lei si è affidata a una di queste tre figure che l'hanno curata è bene che da parte nostra non si interferisca sul follow up della sua Sifilide che deve essere pertanto eseguito secondo le indicazioni che le sono state fornite.
Saluti cari.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 460XXX

Salve e grazie della risposta...la cura me la ha data una dermovereologa che mi ha detto che la penicillina è stata ritirata e ora si fanno queste cure....

[#3] dopo  
Utente 460XXX

Vorrei capire se e che analisi dovrei fare e che risultati dovrei trovare per essere certo di non essere più contagioso

[#4] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Dica alla Sua Dermovenereologa che la Penicillina si trova in commercio con il nome di Sigmacillina, che in effetti è in esaurimento scorte e che sicuramente da parte del Ministero bisognerà trovare un rimedio per quando le scorte saranno esaurite.
Affidando la produzione agli stabilimenti farmaceutici militari se è il caso.
Ad oggi la Sigmacillina si trova ancora nei depositi e tanto valeva provare a reperirla.
Ho pazienti che girando le farmacie l'hanno trovata.
Abbia pazienza,non è per caparbietà, ma lei è in cura da una specialista che ha scelto e che la sta seguendo: non posso dirle nè posso prevedere come la Collega intenderà procedere al follow up della sua Sifilide per accertarsi che sia guarita.
Consigliarle degli esami sarebbe eticamente e deontologicamente scorretto perchè un dermovenereologo sa bene come curare e seguire nel tempo una sifilide. Se ha parlato di aspettare due mesi avrà le sue ragioni.
Si affidi dunque alla sua specialista e se vorrà ci faccia poi sapere.
Del resto il Sito è pieno di consulti relativi alla sua Patologia: se farà una ricerca troverà sicuramente qualche risposta.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#5] dopo  
Utente 460XXX

Grazie mille....spero mi stia dando una cura corretta!

[#6] dopo  
Utente 460XXX

Buonasera...oggi mi sono recato in.ospedale e ho parlato con la dottoressa la quale non mi credeva che avessi trovato la sigmacillina ma che dopo averla fatta parlare con la farmacista si è convinta!a questo punto mi ha detto che vistoche ormai avevo fatto già 7 iniezioni di rocefin di finire il ciclo di 14 gg e poi 2 iniezioni di sigmacillina da 1,2milioni ciascuna una volta alla settimana per tre settimane......da ignorante in materia però mi viene da pensare a che serve contiuare conil rocefin se ormai ho la penicillina?e poi 2.4milioni una volta alla settimana per tre settimane non è la cura per la sifilide terziaria?io ho iniziato la cura a 4 settimane circa dalla comparsa del sifiloma iniziale.

[#7] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
guardi lei deve seguire il suo medico.
Specialmente perchè è un Dermovenereologo e ci sono Dermovenereologi che si arrogano il monopolio della cura delle MST: peccato che i risultati sono questi.
La terapia con 2400 UI di Sigmacillina o Benzilpenicillina benzatina per tre settimane non è la terapia della sifilide terziaria ma un protocollo che molti infettivologi e dermatologi adottano anche nella fase primaria.
Considerando che si somministra un farmaco sostanzialmente innocuo.
Faccia presente la sua ipotesi alla Dermatologa che l'ha in cura: può darsi per che ora si è convinta che la Sigmacillina è in esaurimento scorte ma si trova. Può essere che si convinca a sospendere una terapia che non è di prima scelta e a farle fare la Sigmacillina, sul cui dosaggio non ho nulla da dire.
Per le linee guida di questo sito e per il codice deontologico non possiamo telematicamente nè prescrivere terapie nè interferire con colleghi non virtuali.
Porti pazienza.....
Un cordiale saluto.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#8] dopo  
Utente 460XXX

Grazie mille dottore io domani chiamerò la dottoressa e proverò a farle capire secondo il mio parere l'inutilità di continuare con il rocefin....anche perché ormai ho le 6 siringhe di sigmacillina in frigo e vorrei uscirne al più presto da questa cosa.....la terrò aggiornata.
Saluti

[#9] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gli aggiornamenti sono sempre graditissimi.
Un caro saluto!
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#10] dopo  
Utente 460XXX

Non riuscendo a mettermi in contatto con la dottoressa e abitando a 150 km dall' ospedale dove esercita ho iniziato sabato di mia iniziativa dopo 10 iniezioni di rocefin le 2 iniezioni di sigmacillina che ripeterò per altre 2 settimane....chiedo che analisi potrei fare dopo l'ultima iniezione per sapere se sono o no ancora contagioso ?senza aspettare al 20 dicembre come dovrei fare.
Insomma non si è piu contagiosi se il vdrl risulta negativo?

[#11] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
"ho iniziato sabato di mia iniziativa"?!
Crede che la Sifilide la si possa curare di propria iniziativa come un raffreddore?
Parliamo di una patologia infettiva GUARIBILE ma molto seria.
A suo beneficio, si legga la lettera a. e b. della prima parte delle linee guida, cioè della Costituzione di questo sito a cui sono assoggettati sia gli Utenti che i Medici.
E poi si legga la lettera b. della seconda parte del medesimo capitolo.
Il link è questo:
https://www.medicitalia.it/consulti/linee-guida-consulto-online.php
Quindi, comprenda che io non posso rispondere alle sue domande. Anche per implicazioni deontologiche e medico legali che esulano da MI+.
Contatti immediatamente la sua Dermatologa o se non ha fiducia più in lei ne scelga un'altra.
Mi spiace molto ma io NON POSSO, che è diverso dal "non voglio" dirle come effettuare il follow up della sua sifilide.
Questo è un consulto telematico non una visita infettivologica reale.
Spero comprenda.
Un cordiale saluto,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#12] dopo  
Utente 460XXX

Grazie.. vede...un medico che mi dice che è una micosi e che se non insisto io non mi fa fare le analisi per la sifilide...poi mi spedisce all' ospedale dicendomi che solo li danno la cura....arrivo in ospedale e mi danno altre cure (nonostante mi mostravano perplessità sull' efficacia)perché convinti dell' assenza della pennicillina...trovata la penicillina (e doveva vedere la faccia della dottoressa che era così sbalordita dal fatto che la avessi trovata che ha fatto un giro di telefonate arrabbiata con mezzo ospedale)allora mi dice che la cura sarebbero si le 6 iniezioni di pennicillina ma visto che sto facendo il rocefin di continuare così ...insomma non digeriva che avevo smentito il suo dire dell' assenza della penicillina.....allora tutti sanno come pure lei mi ha detto che la cura è la penicillina e tutta questa storia fatta in un ospedale pubblico è al limite dell' indecenza!la ringrazio comunque...grazie a lei mi sono intestardito e ho trovato la sigmacillina nella farmacia sotto casa senza nessuna difficoltà.

[#13] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Ho fatto solo il mio dovere.
Come ogni buon Medico, degno di questo nome deve fare.
Comunque i complimenti sono sempre graditi e spingono a fare sempre meglio. I suoi si sente che sono sinceri!
Un caro saluto,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#14] dopo  
Utente 460XXX

Salve siccome mi avevano prescritto il protettore gastrico perché dovevo prendere il bassado in capsule...mi chiedo se devo prenderlo anche ora che sto facendo la pennicillina intramuscolo o essendo intramuscolare non serve?
Grazie

[#15] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
attualmente non le serve.
E quando prendeva il Bassado la riduzione della acidità gastrica indotta dall'IPP (protettore gastrico) sicuramente avrà portato ad una riduzione dell'assorbimento della Doxiciclina.
Altra perla della dottoressa?
:-)
Cari saluti,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#16] dopo  
Utente 460XXX

Già....grazie mille dott.Caldarola,un ultima domanda...il mio medico di base mi ha consigliato un bentelan da 1 mg un oretta prima delle iniezioni a che serve?io avevo gia fatto 2...3 giorni di bentelan prima di iniziare con il rocefin e alla prima puntura mi era comunque venuta la reazione di (non ricordo il nome)...con febbre e cefalea per un giorno....serve a qualcosa sto bentelan prima della sigmacillina?
Grazie..

[#17] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
il Bentelan serve per evitare la reazione di Jarisch-Herxheimer.
E' dovuta ad una massiva distruzione di Treponemi che rilasciano delle sostanze che possono provocare un picco febbrile e una sindrone simile all'influenza.
Passa in fretta, entro 24 ore e si controlla con paracetamolo o altro antiinfiammmatorio.
Io il cortisone non lo prescrivo: se ho ragione di credere che si possa verificare una fastidiosa o potente Jarisch-Herxheimer reaction, faccio fare al paziente 4-5 gg di eritromicina per uccidere un pò di treponemi e quindi abbassare la carica treponemica e poi faccio somministrare la Benzilpenicillina Benzatina.
In genere così la Jarisch-Herxheimer non si verifica o è molto tenue.
In lei che ha già fatto il Rocefin, credo proprio che non si manifesterà alcuna reazione di Jarisch-Herxheimer.
Al limite se avrà febbre prenda poi una Tachipirina da 1000 e si metta a letto.
Se fa l'iniezione nella tarda mattinata una eventuale febbre le dovrebbe venire nel tardo pomeriggio - sera: se vive da solo non deve dare conto a nessuno; se vive in compagnia o con i suoi genitori dica che ha preso l'influenza, prenda il paracetamolo e si metta a letto.
Ma come le ho detto dopo aver fatto il Rocefin non avrà alcuna reazione.
Se poi con un mgr di Bentelan si sentisse più sicuro nulla osta all'assunzione: ma 1 mgr è una dose troppo bassa per controllare una imponente Jarisch-Herxheimer, che , a costo di essere ridondante, non può esserci nel suo caso. Se si tema si fa una fiala da 2 mg di Bentelan o altro cortisone una tantum.
Buona domenica,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#18] dopo  
Utente 460XXX

Buongiorno....dopo aver fatto 9 iniezioni di rocefin,2 mezze di penicillina (perché il medico non riusciva a farle tutte)e altre sei di penicilkina da 1milione e due ciascuna ....2 iniezioni a settimana per tre settimane a distanza di una settimana dalle uktime iniezioni ho rifatto il vdrl che è uscito negativo.
La mia domanda è....secondo voi sono contagioso?
Seconda domanda è .....a 100 giorni dall' evento a rischio ho rifatto anche il test hiv che è risultato negativo...posso stare tranquillo per l hiv?

[#19] dopo  
Utente 460XXX

C'è nessuno?

[#20] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
stia certo che non è HIV sieropositivo.
Per quanto concerne la Sifilide, non si può decretare la guarigione sulla base della sola VDRL, la cui negatività è comunque un fatto positivo.
Deve fare il dosaggio degli anticorpi anti Treponema Pallidum, separatamente IgM ed IgG e NON quelli totali, con metodica quantitativa, oppure se ne ha la possibilità un Immunoblotting diretto contro le componenti antigeniche del Treponema.
Solo così dopo tutti i pasticci terapeutici che sono stati effettuati potrà avere una risposta certa e definitiva.
Cordialità.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#21] dopo  
Utente 460XXX

Salve ho ritirato oggi le visite fatte per il lavoro il 15 settembre che hanno come valori
GGT a 129 mg/dl....molto Alti
GOT nella norma
GPT nella norma
Creatinina sierica nella norma



allora visto che avevo avuto il rapporto a rischio il 18 luglio mi sto preoccupano per eventuali epatiti...segnalo che 3 giorni prima di quelle visite esattamente il 12 settembre a circa 40/45 gg dall evento a rischio avevo fatto fare le seguenti analisi tutte negative
NAT HBV-HCV-HIV
HBsAg
HCVAb
HIV 1.2 Ab
Posso pensare a un epatite? oppure a cosa?

[#22] dopo  
Utente 460XXX

Salve dopo la cura come scritto in precedenza ho fatto il vdrl risultato negativo ora la dottoressa che mi segue mi ha fatto fare dopo circa 2 mesi da fine cura l'rpr e il tpha
Prima derlla cura erano rpr 1:32 e tpha 1:160 dopo la cura sono rpr 1:4 e tpha 1:640...secondo voi sono guarito?
Per favore sono in ansia

[#23] dopo  
Utente 460XXX

Secondo voi sono guarito?
Sono contagioso?