Utente cancellato
Salve, grazie per il consulto!
Racconto la situazione..
Ho 23 anni, esattamente il 3 novembre 2017 in una serata tra amici mi accorgo di una stanchezza che quasi non mi permette nemmeno di parlare. Una stanchezza continua e un mal di testa frequente. 15 giorni dopo avverto mal di gola con comparsa di placche (per la prima volta nella mia vita) che dura 4/5 giorni. Subito a seguire nausea, diarrea, macchioline quasi invisibili su braccia e torace e splenomegalia. Dopo 2 settimana dalla comparsa della prima stanchezza, avendo il mio migliore amico affetto da mononucleosi e passando con lui del tempo, vado a fare un test, prescritto dal mio medico per anticorpi ebv anti vca.
Risultati : igg anti vca 130 (se positivi > 20 ) e igm anti vca > 160 (se positivi > 20) . Porto le analisi al mio medico che mi diagnostica mononucleosi in atto. Sto a casa a riposo una settimana , durante i sintomi invece, quindi fino a pochi giorni prima,non avendo febbre, ho continuato a condurre la mia vita normale.
Gradualmente mi sono ripresa anche se una lieve febbricola che nel tardo pomeriggio aveva il picco più alto a 37.2 mi accompagnava sempre, insieme a un fastidio alla gola.
Questo fino a ieri, quindi metà gennaio 2018 che tornata da lavoro ho avvertito brividi, male alla gola e temperatura a 37.4 che mi ha portato a sudare molto per tutta la notte e a svegliarmi però senza febbre e anon averla per tutto il giorno (max 36.9 quindi per quel che mi riguarda sempre di lieve alterazioni credo si parli).
La mia domanda è: è possibile che una mononucleosi porti a tutto questo? A questo malessere generale da oltre due mesi, o dovrei fare anche altre analisi più specifiche, ad esempio per altri virus più gravi o per altre patologie? Leggendo in internet si trova di tutto, da reazioni crociate degli anticorpi a causa di virus diversi e più gravi a neoplasia ecc... cosa mi consiglia di fare? Mi consiglia altre analisi o è mononucleosi in via do guarigione?
Il mio amico combatte con la mononucleosi da mesi... cosa che mi fa ben sperare sia solo quella! Grazie!!

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signorina,
siamo nella stagione dell'influenza e che lei possa averla contratta è evenienza assai più verosimile di tutte le altre.
Stia a casa al caldo e si riposi: in quattro giorni tutto dovrebbe recedere anche se le potrebbe residuare un pò di astenia tipica di qualunque forma influenzale e peraltro a rapida risoluzione.
Per quanto riguarda la sua mononucleosi, sarebbe bene che lei ripetesse il completo pannello immunosierologico
Anti VCA IgM+IgG
Anti EBNA IgG
AE-D IgG
per valutare l'andamento dell'infezione.
Aggiungerei anche il Citomegalovirus IgM+IgG per completezza.
Infine smetterei di cercare su Internet e libererei la mente da pensieri noir.
Se vorrà aggiornarmi mi farò cosa gradita.
Cari saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
471806

dal 2018
Salve dottore. La ringrazio per la veloce risposta ma purtroppo ho preso visione di questa solo adesso!
La aggiorno brevemente...
Oggi, dopo due giorni dal consulto richiesto, conseguentemente a quell'episodio di stanchezza e mal di gola forte che le ho già descritto, ho placche alla gola (mai avute nella mia vita prima di questa maledetta mononucleosi se non nel periodo acuto della stessa) e lieve alterazione che va da 36.8 a 37 verso le 17 del pomeriggio (alterazione che non è mai andata via da quando ho contratto questo virus e che scende a temperatura normale nelle altre ore del giorno).
Ancora non ho effettuato il pannello completo delle analisi per anticorpi anti ebv, ma lo effettuerò il prossimo mercoledì, quindi tra pochi giorni, e le farò sapere se lei vorrà.
Un ultima cosa...
La mia ansia è procurata dal fatto che pur avendo fatto le analisi e avendo accertato quindi che si tratti effettivamente di mononucleosi, non ho mai sentito nessuno avere tutti questi malesseri per una semplice mononucleosi, ho letto che spesso i sintomi nemmeno si presentano, o che se si presentano non vengono quasi mai tutti insieme (anche il mio amico con mononucleosi forte ha avuto sempre e solo mal di testa, mal di gola stanchezza e febbre, ma mai splenomegalia, prurito ecc...
Io davvero sono stata molto male questo periodo tra splenomegalia che ancora persiste e si ripresenta in caso di pasti abbondanti o temperatura più elevata, leggero prurito, mal di testa, placche, linfonodi gonfi, stanchezza, sensazione di "ebbrezza" e tutti gli altri sintomi che le ho già descritto.
Possibile che una mononucleosi possa portare a tutti questi malesseri nel periodo acuto?
Mi scuso se sono ripetitiva e la faccio tragica ma è davvero un periodo particolare!
La ringrazio davvero per il sostegno medico e non! Buona serata dott. Caldarola

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signorina,
i suoi timori sono infondati.
L'infezione da EBV può manifestarsi con uno spettro clinico che va dalla semplice sieroconversione asintomatica, alla "angina monocitica" dei vecchi clinici, fino a forme clinicamente molto severe che si manifestano in soggetti immunocompromessi.
Lei ha avuto la sfortuna di avere la forma classica, con malessere, placche tonsillari, splenomegalia, sicuramente linfoadenomegalia e tutti i sintomi che ha descritto.
Ma da un punto di vista prognostico questo non influisce sulla guarigione dalla malattia, anche se i sintomi possono talvolta protrarsi per mesi.
E' certo quindi che lei guarirà ed io la invito a essere tranquilla e non preoccuparsi inutilmente.
Si armi di pazienza: meglio una mononucleosi che ben altri guai.
Se vorrà comunicarmi gli esami che farà la prossima settimana sarò ben lieto di darle il mio parere.
Ma per intanto le dico, a costo di essere ripetitivo, di stare serena e di trascorrere una serata tranquilla.
In venti anni di attività di casi come i suoi ne ho visti tanti: sono tutti guariti.
Cari saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
471806

dal 2018
Dottore la ringrazio tantissimo!
Il periodo "particolare" che ho passato e l'ansia iniziale di non sapere cosa potesse essere mi hanno divorato parecchio!
La aggiornerò senza dubbi sulle analisi complete che farò tra pochi giorni!
È stato di grande aiuto, davvero.
Cercherò di stare più serena!
Ancora buona serata e spero a presto dottore!

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
A presto.
Saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#6] dopo  
471806

dal 2018
Salve dottore. Ho finalmente effettuato gli analisi per la mononucleosi da lei richiesti e oggi, a due mesi dalle prime analisi, i risultati sono purtroppo ancora questi. Sarò contenta se potrà darmi un suo parere. Devo dire che nell'ultimo periodo sto un po' meglio ma lievi influenze vanno e vengono, non sto per cui al mio massimo.
Le elenco i risultati:
Epstein barr ab anti EA : 69 (positivo se >20)
Epstein barr anti ca igg: 180 (positivo se >40)
Epstein barr anti ca igm:140 (positivo se >40)
Epstein barr v anti ab n (ebna): 3 (positivo >20)

Non capisco perché io abbia ancora le igm così alte se si dice che calino dopo le prime settimane (e non due mesi e mezzo) e sono si scese ma di pochissimo.
Sono preoccupata più che altro per il fatto che non mi settimana no in forma, fino a pochi giorni fa avevo ancora la milza gonfia e mi ammalo spesso.
Le chiedo ancora: possibile che sia solo mononucleosi e che il mio corpo ne risente così tanto? Non sono mai stat una persona cagionevole , pensavo di avere un organiso forte non così fragile. La ringrazio se vorrà rispondermi. Grazie

[#7] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
gli esami che ha fatto ci indicano che la sua Mononucleosi, che peraltro come da lei riferito è ancora attiva.
Ciò è confermato dalla presenza di un alto titolo IgM anti VCA, da un bassissimo titolo di IgG anti EBNA e dalla presenza dell'EA del quale non sono specificate le IgG dosate.
Dunque è normale che lei si senta ancora fiacca, che possa avere mal di gola e febbricola e il corteo sintomatologico della malattia.
Il fatto che a 60gg la immunosierologia deponga per una replicazione di EBV in atto, fa pensare ad una forma "protratta" che si osserva in clinica frequentemente, specie nel giovane adulto.
In assenza di alterazioni ematochimiche importanti, tra le quali quelle riguardanti il fegato e l'emocromo, di imponente spenomeglia o linfoadenomegalia addominale (in ciò soccorre la Ecografia dell'addome) o di alterazioni cliniche semeioticamente rilevabili, l'atteggiamento che si adotta è quello di una vigile attesa, monitorando mensilmente i valori immunosierologici.
Se dopo 6 mesi la situazione resta allo status quo si può cominciare a pensare ad una cronicizzazione della infezione e considerare un trattamento farmacologico antivirale che peraltro non sempre riesce nell'intento.
Pertanto il mio invito è alla tranquillità, se non le ha fatte ad eseguire un emocromo ed esami di routine per valutare il fegato, i reni, ad effettuare una Elettroforesi Sieroproteica ed una eco dell'addome.
Ad un mese esatto ripeta il pannello immunosierologico per valutare l'evoluzione (indiretta) dell'infezione.
Di tutto questo parli con chi la segue realmente: ovviamente potrà informarmi della sua situazione quando lo desiderasse ma tenendo presente che questo resta pur sempre un consulto virtuale e quindi con molti limiti.
Nella città in cui vive c'è il noto Ospedale Infettivologico: un'ottima idea sarebbe quella di andare a visita presso un Infettivologo di quell'ospedale che avrà il privilegio di poterla valutare direttamente, privilegio a me negato.
Attendo sue notizie e nel frattempo la invito ancora ad accantonare qualunque panico: la Mononucleosi spessissimo è una patologia lunga e noiosa ma alle nostre latitudini guarisce sempre.
Un pressante invito a NON USARE il dott Google.
Cari saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#8] dopo  
471806

dal 2018
Dottore la ringrazio tantissimo per la celere risposta.
Effettivamente all'inizio la malattia è stata sottovalutata da me e sono stata a riposo solo poco più di una settimana, ma non credevo potesse protrarsi così a lungo e diventare così debilitante per me che in passato ho sempre goduto di ottima salute. Effettuerò anche un emocromo come da lei consigliato. Ad oggi non presento splenomegalia (anche se a volte torna quasi ciclicamente un rigonfiamento della parte) nè linfonodi troppo gonfi (forse leggermente nella zona del collo e della gola) e poco prima di manifestare raffreddore mi sento una specie di "torcicollo" (dolore dietro , forse ci sono dei linfonodi anche lì (?) )
Per il resto conduco la mia vita normale, il mio migliore amico, da cui sono stata infetta ancor presenta il virus dopo parecchi mesi, pensare che dovrò passare mesi di "sofferenza" come lui non mi tranquillizza molto.
Un'ultima domanda... prima di tutto ciò facevo regolarmente sport in palestra, secondo lei è meglio continuare la sospensione o potrei riprendere se mi sentissi meglio?
Grazie tante! Davvero

[#9] dopo  
471806

dal 2018
Una cosa ancora... mi ha consigliato di controllare il fegato e i reni... cosa devo fare di preciso? Mi scusi ma sono abbastanza ignorante in materia..

[#10] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
Le transaminasi, la GGT, la Bilirubina totale e frazionata, la Fosfatasi alcalina, la creatinina, l'azotemia, l'albumina, la protidemia totale e l'EFP + un emocromo completo.
Credo che tanto basti.
Lo sport con la Malattia in atto è fortemente sconsigliato. Lo riprenderà al momento opportuno.
Veda anche di non stressarsi troppo.
A presto.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#11] dopo  
471806

dal 2018
La ringrazio davvero di cuore! Offrite un ottimo servizio!
Buona serata e a presto, spero di poterla aggiornare!

[#12] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Di nulla!
A presto.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#13] dopo  
471806

dal 2018
Salve dottore, mi sono fatta prescrivere le analisi da lei consigliate, le farò il prima possibile.
So di stare andando quasi verso il patologico facendole questa domanda, ma non riesco a darmi pace e le chiedo ancora...
Possibile che nonostante i dati diagnostici in cui risultano anticorpi specifici anti ebv questi anticorpi siano in realtà confusi con quelli di hiv? Possibile quindi che io mi trovi nella fase di sieroconversione da hiv invece che di sieroconversione da ebv?
Non sono una persona con abitudini sessuali sregolate ma in giro ne ho sentite parecchie e ho letto anche che può capitare che questi anticorpi vengano confusi tra loro nelle abalisi di laboratorio.
Questa paranoie aumentano vedendo che la mononucleosi è stranamente dura a guarire.
La ringrazio se potrà darmi questa ulteriore risposta e le chiedo se secondo lei, visti i sintomi e nonostante le analisi per ebv positive sia meglio comunque effettuare un test hiv per sicurezza.
La ringrazio ancora e mi scuso per la quasi ossessiva richiesta. Buonanotte!

[#14] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
i suoi timori sono totalmente infondati.
Ciascun anticorpo specifico rende positivo il test che lo rileva.
Ciò significa che se lei è HIV sieronegativa può essere certa di esserlo indipendentemente dalla presenza nel suo siero di anticorpi anti EBV, che invece reagiscono con gli appositi test.
Legga meno le stupidaggini che sono in rete e le chiacchiere che la gente propina con il sottile piacere di infondere dubbi e sospetti.
Buona giornata.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#15] dopo  
471806

dal 2018
La ringrazio ancora un volta , dottore. Buona giornata!

[#16] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
S'immagini. Per così poco.
Cari saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#17] dopo  
471806

dal 2018
Salve dottore, le approfitto della sua enorme gentilezza per metterla al corrente degli sviluppi recenti.
Ho finalmente effettuato le analisi da lei consigliate (so si andare a rilento ma sono purtroppo molto impegnata in questo periodo) e appena arriveranno se vorrà le scriverò i risultati.
Per quanto riguarda la parte clinica, mi sento finalmente meglio. Stanchezza e lieve stato febbrile tardo pomerdiano (37°) purtroppo ci sono sempre con anche una linfoadenomegalia generalizzata ma mal di gola e splenomegalia per fortuna non ci sono più.
Mi è però purtroppo comparsa da ieri una lieve patina bianca su tutta la lingua tranne che sulla punta e ho le labbra molto secche che tendono a spaccarsi ai lati (di solito le ho ma non così tanto!). ll mio medico di base mi ha detto che è normale per il decorso della malattia e di fare un'alimentazione sana, cosa che effettivamente stavo un po' sottovalutando. Anche secondo lei è la normalità?
La ringrazio ancora, dottore.
Buona giornata

[#18] dopo  
471806

dal 2018
Finalmente l'alterazione è andata via. Non supera più i 36.5!
Dopo tre mesi, era ora! È rimasta solo lingua bianca e bollicine ...