Utente 983XXX
ancora tra fine novembre/inizio dicembre l'analisi del sangue certificava la presenza del citomegalovirus e dell'Epstain Barr. Grande stanchezza e ogni tanto febbricola (37.1,2,5) i sintomi. Da qualche giorno sono di nuovo da capo. Il medico mi dice che devo riposarmi, star lontana dallo stress. Ma non c'è altro da fare per liberarsi dall'Epstain Barr e recuperare energia ? La scialoadenite cronica, certificata da recente ecografia, è da mettere in relazione con il virus? Si può diagnosticare la stanchezza cronica post Epstain Barr? quanto è il caso che resti a casa dal lavoro e soprattutto è il caso che esca, magari rischiando di contrarre altri virus o forme batteriche varie?

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Virus e batteri li puo' contrarre anche in casa, se e' per quello.

La stanchezza cronica post infettiva esiste, se esiste la certezza dell'infezione recente.

Lei dovrebbe postare nome e risultato delle varie analisi sierologiche, per certificare a noi non gia' la presenza, ma la "presenza recente" dei suddetti virus.

Come proporre correttamente quesiti online relativi ad analisi di laboratorio:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42830

[#2] dopo  
Utente 983XXX

ecco qui i dati richiesti: dagli esami di laboratorio del 12.12.08 risulta citomegalovirus anticopri IgG 16,0 UA/mL, anticopri IgM48,3; Epstein Barr E.B.. IgG negativo, E.B.V. IgM positivo .All'epoca, emocromo nella norma, eccetto M.C.H.C. basso 30,0.
Grazie per la Sua risposta precedente, spero ora i dati siano significativi per completare il quadro

[#3] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Vedo vedo, IgM positive per entrambe, si direbbe un raro caso di doppia infezione. A dicembre per caso aveva fatto anche le transaminasi AST e ALT? l'emocromo com'era?

Se io fossi il suo medico curante rifarei entrambe le sierologie e sa perche'? perche' esiste il sospetto di "IgM persistenti". La doppia infezione e' insolita ed e' insolito arrivare a 45 anni per fare la mononucleosi. Quindi lo spirito critico mi suggerisce cautela.

Della scialoadenite citata en passant null'altro viene detto (quando, come, decorso ecc.), essa puo' correlare con forme virali, ma tipicamente col suo specifico virus della parotite. Infine, la cura e' "aspettare che passi", l' EBV non si eradica (non nel senso in cui si eradica un batterio) ci si convive.
Come proporre correttamente quesiti online relativi ad analisi di laboratorio:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42830

[#4] dopo  
Utente 983XXX

emocromo e transaminasi verificate sia a novembre che a dicembre: scrivo di seguito i risultati di dicembre e tra parentesi analoghe voci verificate a novembre.
dicembre: ast 17 U/L (a novembre 61), alt 12 U/L (50), (dato di novembre non verificato a dicembre: gamma gt 59).
emocromo: globuli rossi 4,94 (4,52) ,emoglobina 13,6 (14),ematocrito 45,5 (41), m.c.v. 92 (90), m.c.h. 27,6 (30), m.c.h.c. 30 (34), piastrine 241 (238), m.p.v. 8,35 (7,60), globuli bianchi 7,5 (8,5), neutrofili 50,1% (32,7), linfociti 38,1 % (56,3), monociti 7,6 %(8,4), eosinofili 3,4 %(1,8), basofili 0,9 %(0,9)- neutrofili 3,8 x 10^3mm3 (2,8), linfociti 2,9 x 10^3mm3 (4,8) ,monociti 0,6 x 10^3mm3 (0,7), eosinofili 0,3 x 10^3mm3 (0,1), basofili 0,1 x 10^3mm3 (0,1).
La scialoadenite è stata diagnosticata a dicembre con ecografia parallelamente alle analisi di cui sopra. Ho sicuramente avuto forme acute da ragazzina non diagnosticate (ricordo un periodo in terza media, io sono del '64) in cui sotto il collo avevo un rigonfiamento simile a...una pera, doloroso, difficoltà di deglutizione, raggi sottomandibolari e raggi ai denti sopra (ipotesi di infezione), ogni tanto qualche ingrossamento molto meno evidente e fastidioso. Pappe di lino (il rimedio della nonna?) per sgonfiare. Nulla di più.
Ora l'otorino qualche giorno fa (interpellato anche per la mia tracheite/rinite cronica - ho una flogosi delle alte vie respiratorie, come spesso accade. nessuna allergia, qualche probabile irritazione) mi ha detto che se la questione diventa molto fastidiosa l'unica soluzione è quella chirurgica che però per ora sconsiglia.
Come si convive con l'EPB ? Per ora sono a riposo due settimane, prendo echinacea e Resvis Forte.
Grazie per la sua risposta, sintetica ma chiara, che dimostra molta attenzione

[#5] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
prendo atto che effettivamente ci sono tutti i segni di una mononuclosi in eta' matura (oltre alla sierologia, "transaminasite" poi risoltasi, linfocitosi poi risoltasi ecc.).

L'associazione con la scialoadenite non e' tipica del virus di EB, che ha tropismo per le mucose rinofaringee e non per le ghiandole. Il CMV causa sindromi clinicamente sovrapponibili alla mononucleosi, non mi ricordo che neanche lui colpisca particolarmente le salivari.

con l' EBV si convive con pazienza, ormai sono passati quattro mesi dall'infezione. il suo riposo ha tutta la mia invidia. Dubito che piante e integratori siano risolutivi, ma non nuocciono. per la medicina ortodossa e' solo un problema di "sensazioni di benessere soggettivo" che non prevede specifiche terapie.

Come proporre correttamente quesiti online relativi ad analisi di laboratorio:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42830

[#6] dopo  
Utente 983XXX

ma allora se l'EB ha tropismo nelle mucose rinofaringee significa che la mia attuale ma ciclica flogosi alle alte vie respiratorie dipende da quello e non da una supposta irritazione da agente fantasma da curare con gli antistaminici o i cortisonici?
mi pare di capire che sia per l'EB che per la CMC l'unica cura è il riposo ? E per quanto, se il virus può durare anche fino a...12 mesi?!
La mia compagnia di amici/amiche chiede se sono contagiosa.
La coincidenza di due virus non fa pensare ad un abbassamento di difese immunitarie e quindi non sarebbe il caso di pensare ad una terapia che rinforzi il sistema immunitario stesso?
Se la scialoadenite non centra nè con Eb nè con Cmc, è il caso di fare qualche altro accertamento che verifichi l'azione di altri virus tipo quello della parotite ?
la ringrazio vivamente delle sue risposte