Utente 108XXX
Ho 42 anni e sono una persona che conduce una vita abbastanza intensa sport e lavoro.
Intorno al 5 aprile o iniziato a sentire un dolore all'altezza dell'orecchio sx,nell'arco di alcuni giorni hanno iniziate a gonfiarsi tutta una serie di ghiandole da quella anteriore all'orecchio sx fino giù lungo il collo e si è formato un gonfiore sopra la testa.Dopo alcuni consulti con il mio medico curante si è arrivati alla coclusione che avevo contratto l'herpes zoster e il 9 abbiamo iniziato la terapia con l'Aciclovir 800, 5 pastiglie al dì x 7gg + una pomata x alcune vescichette che si erano formate sulla guancia sx e sul labbro inoltre antinfiammatori Brufen600 e dell'antidolorifico Tachidol.
Nell'arco di una settimana i gonfiori sono quasi totalmente spariti e delle vesciche è rimasto solo del rossore, è però rimasto il dolore,ormai sono 16 giorni dalla comparsa dei sintomi e sono 5 giorni che ho terminato la terapia con l'Aciclovir, devo però continuare a prendere il Brufen ed a volte il Tachidol per attenuare i dolori. Volevo chiederVi se è normale avere ancora il dolore e se è il caso di effettuare degli altri accertamenti clinici.
Vi ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Caro paziente,
Direi che il dolore dopo l'herpes zoster è assolutamente normale, per quanto non sia certo un fatto obbligatorio. Questo virus, che, ricordiamo, è niient'altro che il Virus della Varicella contratta anni prima che si riattiva, sta mesi o anni ed anni nascosto nei gangli nervosi, che sono come in un impianto elettrico le scatole dalle quali partono i fili, nel mostro corpo i nervi. Ad un certo punto, non sempre per cause alle quali si riesce a risalire, riscende i nervi e affiora alla cute, ovviamente interessando tutta l'area di cute innervata da quel dato ramo. Il problema fondamentale è che il nervo percorso è infiammato, a cvolte più, a volte meno e la sua infiammazione determina il dolore, che è un nevralgia, in quanto vi è una nevrite. ail dolore può andare da zero in alcuni pazienti, fino ad un parossismo che non passa con i comuni antidolorifici. Peer questo motivo io, associo sempre all'antivirale a dosi piene, ma il suo medico direi che si è portato in modo egregio, ad un antidolorifico e ad un antinevritico, che continuo a volte anche per alcuni mesi. Stia quindi pure (pur dolorosamente ) tranquillo, perchè ciò che le capita fa parte del normale iter dell'Herpes Zoster anche detto "fuoco di S. Antonio"

Buona serata

Mocci
Luigi Mocci MD