Utente 118XXX
Salve
Ho fatto le analisi delle feci per verificare la presenza di salmonella al fine di assistere la mia compagna che partorira tra 20 giorni.
Dalle analisi e' risultato negativo alla salmonella ma che c'e' la presenza di colonie di pseudomonas aeruginosa.
Gli esami del sangue risultano quasi tutti nella norma tranne
glicemia 109 (riferimento 70-106)
rbc 4,40 (riferimento 4,7-6,1)
hgb 13,1 (riferimento 14-18)
hct 38,2 (riferimento 42-52)

A riguardo volevo gentilmente chiedere se con lo pseudomonas posso assistere al parto e se ci sono rischi di contaggio nel toccare mia figlia appena nata,
e se questo non fosse possibile , se tale virus e' curabile in cosi pochi giorni.

Ho da ormai piu' di un anno delle macchie rossastre sui piedi come quelle che ho trovato su internet cercando pseudomonas aeruginosa, mi chiedevo se questo virus puo' essere stato trasmesso a mia figlia avendolo precedente al concepimento e se questo puo' essere grave.

Grazie moltissimo delle risposte, ancora non ho avuto modo di farmi visitare da un medico perche' oggi e' sabato.

Luca

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
caro Luca non penso che vi possano essere problemi per questo BATTERIO, non virus, patogeno opportunista che comunemente può riscontrarsi anche sulla cute. Nelle persone sane però non crea problemi salvo che nei pazienti immunocompromessi e/o defedati ricoverati in ospedale e in particloari reparti critici.
Quindi ritengo che un buon lavaggio delle mani con un sapone antisettico non crei problemi di assistenza al parto. Piuttosto sarebbe da indagare perchè questo batterio ha colonizzato il suo intestino. Forse una terapia antibiotica recente che eliminando altri batteri della flora intestinale ne ha permesso il sopravvento?
Comunque se ha fatto anche un antibiogramma della coprocoltura dovrebbe avere l'antibiotico da assumere per ridurre questa carica batterica se rilevante. Il passaggio dal suo medico è d'obbligo per concordare il da farsi.
Per i suoi esami, non mi sembra che quei dati siano degni di una qualche preoccupazione, anche il dato dell'Hb.
Cordialmente
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#2] dopo  
Utente 118XXX

La ringrazio molto della risposta che mi ha tranquillizzato molto.
Il mio medico curante mi ha detto di non preoccuparmi di fare una cura a base di capsule di codex per 10 giorni e rifare poi le analisi.
Per quanto riguarda la mia presenza in sala parto mi ha rassicurato dicendom i, che non vede problemi per questo e di chiedere-verificare comunque con l'ospedale dove partorira' mia moglie.

Abbiamo chiamato lo stesso giorno io e mia moglie ad orari diversi non sapendo che l'altra aveva gia' chiamato e ci hanno fornito due risposte completamente diverse, a me hanno passato la guardi medica la quale mi ha detto che non sussiste problema, a mia moglie invece hanno passato una ginecologa la quale gli ha detto che non potro' partecipare... spero che tra 10 giorni non ci sia piu' questo batterio in modo tale da riuscire sia a tranquillizzare mia moglie che me e partecipare al parto.

Nuovamente grazie

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

mi sembra che si stiano sollevando problemi inesistenti.

Segua i saggi consigli del collega Stelio; non possono negarle, per questo "problema", la possibilità di partecipare in sala parto al lieto evento previsto.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La discordanza che ha riscontrato (anche se ha già tre consulenze positive che le permettono di prendere una serena decisione sulla sua partecipazione in sala parto) può dipendere dal fatto che magari non conoscendo il problema e non volendo sottrarsi comunque a voler dire la propria è meglio mettersi dalla parte della prudenza e "tout court" dire di no, magari senza una spiegazione.
Cordialmente
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO