Utente 118XXX
salve,la prossima settimana mi devo sottoporre a visita medica annuale presso dell'azienda dove lavoro,dovro' affettuare esame sangue e urine,poi seguira' quello con il medico per l'udito e visita generale ,ora mi chiedo essendo da mesi in cura presso il centro salute mentale per un disturbo di personalita grave e psicotico con relativa assunzione di psicofarmaci per cui mi sono fatto fare una certificazione sul mio stato di salute e sulla patologia psichiatrica riscontrata che usero' per richiedere l'invalidita' presso le sedi competenti,detto questo alla visita sul lavoro come devo comportarmi non dico nulla al medico in caso che mi chiedesse qualche informazione a riguardo o sono obligato a farglielo sapere di queasto mio problema di salute ho il timore che l'azienda voglia licenziarmi con la scusa che non sia piu' idoneo alle mie mansioni in azienda per via di questa mia patologia,la ditta mi ha gia' avvisato che se risultasse qualche valore nel sangue alterato tipo la glicemia potrebbe licenziarmi non vorrei che i farmaci che prendo alterino qualche valore e sarei a rischio licenziamento,ho paura che stiano tramando qualche complotto alle mie spalle con il medico del lavoro per potermi licenziare ,chiedevo gentilmente un consiglio su come mi posso comportare e tutelare a riguardo.

vi ringrazio (sono molto preoccupato)

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Al medico bisognerebbe portare le certificazioni sanitarie delle sue patologie, poi l'idoneità o meno dipende dalle mansioni svolte, per esempio in caso di mansioni amministrative anche una patologia psichiatrica non grave può essere compatibile, viceversa altre mansioni (a rischio infortunistico, notturne, ecc) potrebbero non essere compatibili. Poi se l'invalidità raggiunge il 60% ed ha la relazione conclusiva ai sensi della Legge 68, l'azienda potrebbe metterla in quota invalidi così non rischierebbe di perdere il posto. si consulti con un medico del Patronato.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Utente 118XXX

di certo dottore non vado a sbandierare al medico dell'azienda le mie patologie magari e' proprio quello che vogliono per trovare il pretesto di mandarmi via non rendendomi piu' idoneo alle mansioni svolte ,alla visita ci vado e faccio finta di nulla non penso che me lo venga a chiedere di sua iniziativa anche se lo sospettano non possono entrare nel merito per ovvi motivi di privacy,ma io sono obbligato per legge a rifergli al medico alla visita delle mie patologie se effettivamente mi sento in grado di svolgere le mie mansioni e fino ad ora non e' successo nessun problema per via del mio problema psicotico,per ora mi conviene a non dire nulla nel frattempo prendo l'invalidita' presso la usl poi eventualmente forte di essere invalido e di essere tutelato dalla legge potrei anche evidenziare alla ditta questa mia situazione magari per migliorare la mia posizione lavorativa in un posto piu' consono al mio stato di salute.penso di comportarmi esattamente come le ho evidenziato auspicando che le cose vadano come sopra esposte ,ad ogni modo puo' succedere a chiunque di passare un periodo brutto della propria vita per la morte improvvisa di un caro,potrei anche recuperare con il tempo e guarire completamente dal mio problema quindi non vedo perche' mi possano rendere non idoneo per una malattia da cui si potrebbe uscire con le dovute cure mediche e l'aiuto morale delle persone vicine.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Decida lei.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona