Utente 907XXX
GENTILE DOTTORE,DAL LUGLIO 1994 SONO DIPENDENTE DA UN ISTITUTO DI VIGILANZA PRIVATA CON LA QUALIFICA DI GUARDIA PARTICOLARE GIURATA.
NEL PERIODO PRE ASSUNZIONE HO EFFETTUATO TUTTI GLI ESAMI(RX TORACE,ESAMI DEL SANGUE,VISITA OCULISTICA ECC.ECC.)PER OTTENERE IL CERTIFICATO DAL MEDICO PROVINCIALE, CHE OTTENEVO, IN QUANTO TUTTI GLI ESAMI ERANO REGOLARI.
HO SVOLTO DAL LUGLIO 94 AL GIUGNO 2000 SERVIZIO DI RONDA NOTTURNA.
DAL 2000 AD OGGI SVOLGO SERVIZIO DI VIGILANZA ARMATA "ESTERNO" DINANZI UNA FILIALE BANCARIA,CON LA CONSEGUENTE ESPOSIZIONE AL BELLO E BRUTTO TEMPO.
DALL'AGOSTO DEL 2001,SONO STATO DOTATO DI GIUBBOTTO ANTIPROIETTILE,OVVIAMENTE FASTIDIOSO NEL PERIODO ESTIVO (SUDORAZIONE ECCESSIVA) E DAL PESO CHE SOPPORTO PER PIU' DI SETTE ORE STANDO COSTANTEMENTE ALL'IMPIEDI.
NELL'ESTATE DI CIRCA QUATTRO ANNI FA',DURANTE IL SERVIZIO,E' INIZIATA UNA STRANA SENSAZIONE CHE MEGLIO DESCRIVO COME UNA SORTA DI DISASSOCIAZIONE CON LA REALTA',UN ITORPIDIMENTO PRIMA DELLA MANO DESTRA,DELLA BOCCA E PER ULTIMO ALLA MANO SINISTRA.
VISTA LA CRITICITA' DELLA CRISI,SONO STATO CONDOTTO IN OSPEDALE IN AMBULANZA,DOVE AVEVO DIFFICOLTA' A RISPONDERE ALLE DOMANDE DEL MEDICO SIA PERCHE' AVEVO DELLE FORME DI AMNESIA E PERCHE' AVEVO DIFFICOLTA' NEL PARLARE,INSOMMA TUTTI I SINTOMI FACEVANO PRESAGIRE UN ICTUS CEREBRALE.
ALL'OSPEDALE SI SONO VERIFICATI DIVERSI EPISODI DI VOMITO E FREQUENTI PERDITE DI CONOSCENZA,DI FATTI NON RICORDO ASSOLUTAMENTE IL MOMENTO IN CUI SONO STATO SOTTOPOSTO ALLA "TAC".
DALLE ORE 12.00 CIRCA VENIVO DIMESSO SEI ORE DOPO.
L'ESTATE SUCCESSIVA SI E' VERIFICA LA STESSA IDENTICA SITUAZIONE.
EFFETTUO E.E.G.(OK) VISITA NEUROLOGICA(OK).
LA TERZA ESTATE DECIDO DI TOGLIERE IL PARAVENTO ALLA MOTO,E LA CRISI NON SI PRESENTA,MA CON EPISODI CHE SI MANIFESTANO SOPRATUTTO IN INVERNO,HO DEI PROBLEMI VISIVI ALL'OCCHIO DESTRO,IN PRATICA NON VEDO BENE PER UN TEMPO CHE VA TRA I 30/60 MINUTI E CON UN SUCCESSIVO MAL DI TESTA.
AGOSTO 2008 MI SOTTOPONGO A RM A "RACHIDE CERVICALE E LOMBOSACRALE E ALL'ENCEFALO".
SI EVIDENZIA ALLA "CERVICALE" UNA "MILLIMETRICA ERNIA CHE SFIORA IL MIDOLLO" ED "ARTROSI ALLA PARTE LOMBARE".
OGGI CHE VI SCRIVO,I MIEI PROBLEMI PERMANGONO(UN DOLORE CONTINUO ALLA BASE DELLA COLONNA VERTEBRALE,BRONCHITI,DOLORI CERVICALI),ANZI LA MIA PAURA E' CHE TENDANO A DEGENERARE VISTA LA TIPOLOGIA DEL MIO SERVIZIO.
LA MIA DOMANDA E':POSSO IN BASE A TUTTI QUESTI PROBLEMI FARE RICHIESTA PER VISITA COLLEGIALE PER OTTENERE IL CAMBIO DI MANSIONE,E CHE SPERANZE HO DI OTTENERLA CON SUCCESSO?

CORDIALI SALUTI
IGNAZIO LI VIGNI

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Le consiglio di non effettuare alcuna domanda per il cambio di mansione altrimenti, se considerato non idoneo come guardia giurata potrebbe essere licenziato.Verifichi Lei in base alle condizioni di salute, in ogni caso il primo giudizio è sempre del medico competente aziendale.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona