Utente 324XXX
Mio marito a giugno in seguito ad un trauma ad un ginocchio (artigiano - pulizia canne fumarie) avverte un intenso dolore e dopo tale evento il ginocchio diventa tumefatto con febbre elevata in una seconda visita in PS viene ricoverato e operato per fascite necrotizzante viene sottoposto a tre interventi e terapia antibiotica sistemica + VAC terapia. Il tempestivo intervento gli ha salvato vita e gamba. L' INAIL nn riconosce l'infortunio per difetto causa violenta. Il medico ha riscontrato un artrite settica. Il trauma nel ns caso è stata la causa della fascite perché nn viene riconosciuto l'infortunio. Come possiamo procedere? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Buongiorno,

il caso è complesso e bisognerebbe esaminare la documentazione sanitaria ed effettuare la visita, Le suggerisco di rivolgersi ad un medico-legale per un parere e di acquisire una certificazione specialistica del suo ortopedico che certifica il nesso di causalità tra l'evento infortunistico e le problematiche al ginocchio.
successivamente potrà richiedere una visita collegiale all'INAIL.

Cordiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona