Utente 442XXX
Buonasera
Nel 2015 ho subito una lobectomia polmonare Six. Mi danno invalidità civile 100% più assegno ordinario con revisione sanitaria ad ottobre 2016.a visita mi viene revocato l assegno con la motivazione (cessata invalidità ) pur mantenendo il 100 x asl .a febbraio di quest anno ho revisione invalidita civile e mi confermano il tutto ma con un 75% ovviamente fortunatamente x me non facendo più terapie di chemio ,mi viene ridotta e qui nulla da eccepire. Ho fatto ricorso tramite patronato e porto la stessa documentazione del mese precedente in commissione x invalidità civile. Da quello che mi ha detto il medico del patronato il mio 75%datomi sempre dai medici inps per la commissione che ha valutato il ricorso conta al massimo il 50%!! Le domando e mai possibile tutto questo? Non dovrebbero anche considerare le condizione socio economiche del paziente considerando anche la fragilità che determina la patologia? Con il mio 75 non supero i famosi due terzi d invalidita? Posso ricorrere in tribunale?
Grazie mille
Saluti
Domenico

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Buongiorno,

se i controlli oncologici vanno bene e non effetua più chemioterapia, la valutazione dell'invalidità civile del 75% con revisione a tre anni è corretta.

Per l'assegno d'invalidità INPS (L. 222/84) non ho capito cosa è successo. In ogni caso si affidi pure al medico legale del patronato.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona