Utente 876XXX
Salve, ringrazio infinitamente i medici che vorranno vagliare e valutare il mio caso. Sono affetta da un decennio da una patologia oculare, il cheratocono. Attualmente ho un cheratocono all’occhio sinistro fase tra il I° e il II° livello, mentre all’occhio destro ho fatto una cheratoplastica alcuni anni addietro e adesso porto le LAC che mi permettono di avere una vista pari circa a 8/10 per entrambi gli occhi.
A giorni dovrò subire una visita per essere assunta a tempo indeterminato presso un azienda di telecomunicazioni (per cui una visita ergoftalmologica con limitazioni VDT)
Sono davvero preoccupata perché da vari articoli letti su internet appare quasi chiaro che il cheratocono potrebbe essere una patologia che potrebbe portarmi ad una idoneità con limitazione o prescrizione. Per quanto detto quindi ho paura che l’azienda in questione, pur avendomi fatto la proposta di assunzione, una volta accortasi che ho una prescrizione non possa prendermi. In tal caso posso essere in qualche modo tutelata?
cordiali saluti.

[#1] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Cara signora

Il medico competente in base alla visita e agli accertamenti effettuati esprime un giudizio di idoneità
alla mansione specifica e può richiedere visite specialistiche.
Da questi dati il MdL può dare le seguenti idoneità:
1) Idonei
2) Idonei con prescrizioni
3) Non Idonei
Le patologie che richiedono una sorveglianza sanitaria con periodicità ravvicinata sono:
-Cheratocono
-Glaucoma
-Cataratta
-Miopia degenerativa
-Uveite
-Retinopatia evolutiva
-Gravi patologie del nervo ottico
-Patologia causa di alterazione della funzione binoculare
Sono tutte patologie che possono favorire l'insorgenza di disturbi astenopici e che richiedono prescrizioni relative alla limitazione temporale del lavoro al VDT.
Un giudizio di idoneità con limitazione temporale della durata del tempo di lavoro In caso di astenopia occupazionale è possibile prescrivere un aumento del numero delle pause giornaliere ordinarie Modalità e durata delle pause devono essere stabilite a livello individuale e rivalutate periodicamente in considerazione dell’ambiente di lavoro e dello stato di salute del lavoratore.
E' utile una visita con topografia annuale, anche ogni 6 mesi se si portano lenti a contatto, perchè se l'appoggio della lente sulla cornea non è corretto c'è il rischio di lesioni apicali e leucomi. Si può a volte anche verificare un calo visivo improvviso con o senza dolore, dovuto alla rottura dello strato corneale detto membrana di Descemet.
Quindi per concludere io propendo per una idoneità con prescrizioni.


Dott. Costa Rosario
Specialista in Medicina del Lavoro

[#2] dopo  
Dr. Stefano Bonomo

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
FROSINONE (FR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Il cheratocono è effettivamente una patologie limitante per il videoterminale, comunque può lavorare e non compromettere la sua assunzione ma essere più tutelata sul luogo di lavoro.
saluti
DOTT. STEFANO BONOMO MEDICO COMPETENTE AZIENDALE-Specialista in Medicina del Lavoro-

[#3] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Caro signore

Quindi per concludere io propendo per una idoneità con prescrizioni.

Cordialmente
Dott. Costa Rosario
Specialista in Medicina del Lavoro