Utente 862XXX
Salve a luglio ho fatto l'operazione di protesi alla caviglia ( conseguenza del mio trapianto di midollo del 2000 e chemioterapia) e premetto che sono invalido civile al 50% e ho dovuto assentarmi dal lavoro . Il giorno dopo cosa non programmata mi sono scoppiati due arterie nel piede e ho dovuto subire un altra operazione, stavolta due bypass . A causa della seconda operazione i tempi a casa si sono prolungati insieme alla riabilitazione . Ora da 1 mese ho cominciato la riabilitazione ma ho ancora 1 ferita che si sta chiudendo lentamente e sto facendo medicare ogni lunedì in ospedale . In breve sono stato operato il 18 luglio e dimesso dall'ospedale il 6 agosto. Purtroppo tutt'ora sono ancora a casa dal lavoro e mi chiedevo come si calcolano i tempi della malattia , cioè se la malattia comincia dal ricovero ovvero il 18 luglio oppure dal 6 agosto perchè devo calcolare max 6 mesi di allontananza dal lavoro . Grazie dell'attenzione .

[#1] dopo  
Dr. Domenico Spinoso

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
SAN DANIELE DEL FRIULI (UD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2018
Gentile Utente,
La malattia decorre dal primo giorno di assenza dal lavoro indipendentemente dall’avvenuto ricovero o meno.
Relativamente ai max 6 mesi di assenza dal lavoro deve tenere conto che se lei è stato assunto come categoria protetta le assenze per malattia correlata alle patologie che hanno determinato l’invalidita non possono essere conteggiate nel cosiddetto periodo di comporto.
Inoltre il termine dei 6 mesi non sono fissi per tutti. Variano anche in rapporto all’anzianità di servizio ed al tipo di contratto di settore.
Cordiali saluti
Dr. Domenico Spinoso
Medico del Lavoro

[#2] dopo  
Utente 862XXX

La ringrazio molto dr.Spinoso sia della risposta esaustiva e della sua tempestività. e spero che essendo categoria protetta il mio titolare ne prenda atto. La ringrazio di nuovo arrivederci.