Utente 490XXX
Buonasera,
Ieri sera mentre stavo lavorando con un oggetto sotto corrente (alimentato a 12 volt 5 ampere) ne ho toccato una vite con la mano ... involontariamente con l altra mano ho toccato un calorifero di quelli ancora di ferro... avevo le mani leggermente umide (sudore)... ho sentito una scossa sia dalla mano dell'oggetto sotto tensione e anche dalla mano appoggiata al calorifero... mi sono staccato quasi subito e non ho avvertito quasi niente... può essere successo qualche cosa allorganismo? Danni che si potrebbero presentare a lungo termine?

Grazie in anticipo per le risposte...

P.S. sono leggermente ipocondriaco.

[#1] dopo  
Dr. Domenico Spinoso

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
SAN DANIELE DEL FRIULI (UD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2018
Gentile utente,
La pericolosità della corrente è legata all’intensità che attraversa il corpo umano. L’intensita è proporzionale alla tensione applicata ed inversamente proporzionale alla resistenza che il corpo offre. Mentre la prima è fissa (nel suo caso bassina, solo 12 V), la seconda può cambiare a seconda delle circostanze: la pelle asciutta offre maggiore resistenza, quella bagnata meno.
Il collegamento al calorifero e la minore resistenza dovuta al sudore ha determinato nel suo caso un aumento dell’intensità per cui lei ha percepito la “scossa”. La corrente è entrata nel suo organismo dalla mano che toccava la vite in tensione e ne è uscita dalla mano che toccava il calorifero scaricando poi nel sistema di tubature dell’impianto di riscaldamento.
Stia tranquillo, si tratta comunque di una bassa intensità per cui nessuna conseguenza a lungo termine.
Stia comunque sempre attento con la corrente elettrica!
Cordiali saluti
Dr. Domenico Spinoso
Medico del Lavoro