Utente 520XXX
Buongiorno , mi scuso innanzitutto della Sua disponibilità, sono
Iscritto collocamento mirato .
Ora sono in fase di ricerca lavoro .
Un azienda vorrebbe assumermi come categoria protetta , ho il 46% visto che sono stato operato 3 volte d' ernie cervicali , come magazziniere cartellista in azienda che commercializza bevande per bar e ristoranti.
Ho effettuato visita preassuntiva dal medico competente che mi ha fornito giudizio di idoneità con limitazione : limitare la movimentazione manuale dei carichi con indice di sollevamento maggiore di 0.85.
M' ha detto che se voglio posso provare , visto che il lavoro potrebbe essere pesante, inoltre ho chiesto delucidazioni su significato indice 0.85 ed è un calcolo effettuato dall azienda in base alla valutazione dei rischi.
Come mi dovrò comportare in fase di attività lavorativa visto che non vi è un peso massimo ?
Secondo il Vostro parere posso aggravare la sintomalogia erniosa visto che ho un altre protusioni discali ad ampio raggio con impronta sulla colonna liquorale a livello C-4 -C5?
Il neurochirurgo che mi ha operato a visita di controllo ha refertato : affetto da grave patologia degenerativa evolutiva che può essere peggiorata da attività fisica non idonea. e' quindi necessaria l'astensione fa movimentazione/ sollevamento di carichi anche non significativi , se l'azione è ripetuta più volte Deve infine astenersi da posture statiche non ergonomiche prolungate.
Grazie della disponibilità .

[#1] dopo  
Dr. Domenico Spinoso

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
SAN DANIELE DEL FRIULI (UD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2018
Gentile utente,
L’indice di sollevamento che le è stato posto come limitazione si riferisce all’indice di rischio valutato per la mansione con il metodo NIOSH.
Tale metodo, tra i più utilizzati per la valutazione del rischio da movimentazione manuale di carichi, non prende in considerazione solo il peso da movimentare ma valuta nel complesso l’attività di movimentazione manuale di carichi considerando anche il numero di sollevamenti, l’altezza da dove inizia il sollevamento, dove termina, la rotazione del tronco ecc. ecc.
Nel suo caso obiettivamente le limitazioni ci sono e, come afferma il neurochirurgo, non riguardano solo i pesi da movimentare manualmente ma anche le posture incongrue per la cervicale che lei dovrà assumere per esempio nel manovrare il carrello elevatore.
Molto sinceramente, visto anche la tipologia di merce da movimentare, non credo che la mansione che le è stata proposta riuscirebbe ad eseguirla senza problemi.
Detto questo ritengo che non debba esser lei a valutare se riuscirà o meno a svolgere la mansione.
L’azienda, preso atto del giudizio del medico competente, deve valutare se i compiti previsti dalla mansione sono o meno compatibili con le limitazioni date dal medico. Se lo sono l’assume, altrimenti non procede all’assunzione per inidoneità.
Cordiali saluti ed in bocca al lupo
Dr. Domenico Spinoso
Medico del Lavoro