Utente 119XXX
Buongiorno, pratico abitualmente ciclismo,corsa e nuoto.Soffro di problemi di circolazione alle gambe,si tratta di varici ,per ora non mi danno fastidio,solo un forte senso di pesantezza quando sto molto tempo in piedi,ho subito una safenectomia a 20 anni , ne ho 35 ora.Nessuno,ce io sappia ha il mio problema in famiglia.

Ogni settimana alterno con una visita in piscina con 40-50 vasche(ma penso che il nuoto non abbia controindicazioni....poi vado una volta a correre 6-8 km circa,questo lo posso fare anche 2 volte a settimana e in bici faccio dai 50 ai 100 km con mountain bike o bici da corsa(condizioni atmosferiche permettendo).

La mia domanda e' : mi devo limitare in qualcosa(a quanto ho capito alcuni sostengono che il ciclismo aggrava le vene varicose)? devo cambiare abitudini? premetto che uso sempre elastocompressione classe 1(18 mg) sopratutto in bici.
Il tipo di pedalata influisce?

Grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
L'attività fisica ben effettuata in genere favorisce la circolazione del sangue. Il nuoto è sicuramente benefico; il ciclismo è un valido sport ma questa attività sportiva non è adatta a chi soffre di incontinenza della piccola safena o presenta varici importanti del polpaccio, a meno di non indossare adeguate calze elastiche. La corsa deve essere svolta ad intensità non molto elevate, con buone calzature.
Per avere indicazioni corrette e "personalizzate" le consiglio di rivolgersi allo specialista in medicina dello sport.
Qui trova info sull'argomento:
http://www.sportmedicina.com/circolazione_sport.htm
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com