Utente 132XXX
Salve,
sono un ciclista agonista di 21 anni..
un mese fa sono caduto durante una gara ciclistica a una velocità superiore ai 50km/h e sono andato a sbattere contro un palo catarifrangente a bordo strada..
il palo mi ha praso dal bacino(solo un lieve livido fino su allo sterno e alle costole)
li per li sono rimasto senza respiro e sentivo un gran male e mi hanno subito portato a pronto soccorso dove sono stati fatti accertamenti..l'elettrocardiogramma era ok, come non dava segni di lesioni interne l'ecografia..anche i raggi fatti non davano segni di fratture e mi hanno dimesso dicendo che in una decina di giorni mi sarei rimesso e di prendere antidolorifici al bisogno..

l'evoluzione in questo mese del dolore è stata:
all'inizio era completamente diffuso, ora si concentra principalmente sulla parte a sx dello sterno(mia sx) e aumenta drasticamente sottosforozo quando le pulsazioni arrivano intorno ai 150-160bpm(ho una soglia di 190 e massimale sopra i 200 per intenderci)..
La settimana scorsa sotto consiglio del curante ho rifatto le radiografie,ecg e una visita ospedaliera dove però tutto è risultato negativo e mi hanno dimesso senza darmi una spiegazione precisa e consigliandomi antidolorifici(ne ho provati di tutti i tipi e non mi fanno assolutamente niente)..
A riposo sento un dolore non troppo forte sempre nella parte sx(sempre all'altezza delle costole, mai sotto) e uno strano fastidio che segue il battito del cuore(difficile da spiegare, è come se quando batte il cuore ci fosse un filo che mi vibra sul petto e lo risento anche dietro nella schiena, non è intenso, però c'è)..
sotto sforzo come già detto il dolore aumenta fino a dover rallentare una volta sopra i 160bpm..
il mio dottore ha ipotizzato un infiammazione del nervo intercostale ma non mi ha dato nulla per farmela passare..
fino ad ora ho fatto senza effetto:
-aulin i primi giorni
-poi 7 giorni paracetamolo1000 3 al giorno
-poi 5 giorni deltacortene 5mg..gli ultimi due giorni mezza dose

col deltacortene mi è passato il dolore diffuso ma è rimasto quello indicato sopra..adesso non sto prendendo niente...che può essere?che fare?
esistono altri esami che possono darmi una risposta?

[#1]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Intanto una visita con lo specialista in medicina dello sport e, se necessario, con il neurologo per valutare la supposta neuropatia intercostale.
E' probabile che siano solo gli esiti del trauma, ma la situazione va approfondita con l'aiuto dello specialista.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com

[#2] dopo  
Utente 132XXX

Salve, mi ero dimenticato di aggiungere che ho fatto anche una visita da un medico dello sport che aveva ipotizzato la neuropatia e prescritto mionevrasi fiale..ad oggi ne hofatte 3 scatole ma senza grossi giovamenti...