Utente 198XXX
Salve a tutti, chiedevo un consulto riguardo gli Amminoacidi a catena ramificata. Essendo uno sportivo a livello professionistico e facendo allenamento dal martedì al sabato (domenica partita) più due allenamenti serali faccio uso di amminoacidi. Uso i Bcaa's della marca Isatori in compresse, contenente:
INFORMAZIONI NUTRIZIONALI: Per 5 compresse
Valore energetico 20 Kcal - L-leucina 2500 mg - L-valina 1250 mg - L-isoleucina 1250 mg - Vitamina B1 0,7 mg - Vitamina B6 1 mg - Acido pantotenico 3 mg - Vitamina B12 0,5 mcg

Assumo 6 compresse al giorno, 3 prima e 3 dopo l'allenamento, nei giorni in cui mi alleno.Peso 84 Kg
Volevo chiederVi se l'uso di questi "integratori" potesse sovraccaricare organi importanti e squilibrare equilibri naturali. Grazie in anticipo, Distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Attisani

20% attività
0% attualità
4% socialità
RIMINI (RN)
RAVENNA (RA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Gent. mo utente,
si stima che il fabbisogno proteico giornaliero sia nel sedentario inferiore a 1 gr/Kg e nello sportivo circa 1,5 gr/Kg (valori medi tra le varie pubblicazioni). Sicuramente la corretta alimentazione apporta questi quantitativi e nella maggior parte dei casi li supera. Alcuni studi sostengono che gli amminoacidi ramificati, che sono tre degli essenziali, possano risultare carenti dopo strenui e prolungati sforzi. Sicuramente l' eccessiva assunzione di proteine può provocare danni renali, e comunque le proteine assunte in eccesso vengono eliminate. In base a questa premessa, sicuramente imprecisa per eccessiva semplificazione ritengo che se non per casi eccezionale l' integrazione proteica può essere sicuramente più dannosa che non utile.
Il sovraccarico che cita lei é quello renale (appunto da eccessiva assunzione di proteine)
Credo che la dieta mediterranea nel suo caso sia sicuramente più salutare oltre che più economica.
Cordiali saluti
Dr. Giuseppe Attisani