Utente 504XXX
Cari dottori vi spiego il mio problema:


nel mese di febbraio mentre mi allenavo, giocando a calcio, ho avvertito una piccola fitta in zona inguinale a seguito di sollecitazioni forse un po’ troppo spinte. Preciso che non si trattava di vero e proprio dolore in quanto potevo camminare assolutamente normalmente. La zona inguinale interessata è quella che diciamo permette il controllo e il calcio del pallone, di piatto, con l’interno del piede, più precisamente il muscolo è quello che permette di ruotare la coscia all’interno e portare praticamente il piede destro davanti e a sinistra rispetto al piede sinistro.
Dopo 8 giorni ho ripreso ad allenarmi ma al 2° allenamento ho avvertito nuovamente il fastidio e mi sono fermato nuovamente, testardamente ho ripetuto la stessa cattiva esperienza due settimane dopo. A questo punto ho deciso di chiudere la mia stagione calcistica ed ho ricominciato a correre in maniera molto blanda 40 giorni dopo. Il problema permane e si traduce in un fastidio nella zona dell’adduttore destro nell’effettuare esercizio di stretching, il muscolo si distende meno e con fastidio; avverto a volte leggera dolenza quando “provo” il muscolo (in piedi, cercando di chiudere le gambe ma con i piedi bloccati a terra o quando si fanno le flessioni sulle braccia chudendo le stesse gambe). Ormai sono circa 50-60 giorni che corro regolarmente (intendo 10 km in 48 minuti circa, 3 volte alla settimana) senza avvertire problemi durante la corsa anche se il problema non mi ha ancora abbandonato; temo che quando ricomincerò gli allenamenti mi dovrò fermare da capo.
So bene che sarebbe necessario effettuare una ecografia e che nessuno ha la bacchetta magica ma vi chiedo almeno di illuminarmi su quali sono le ipotesi circa il mio problema ed eventuali consigli, per esempi non so se fare o meno stretching... Grazie.


[#1]  
33025

Cancellato nel 2008
Ciao, credo che tu stia parlando di pubalgia... bisogna assicurarsi che la fase acuta sia risolta p.es. con la mesoterapia antinfiammatoria. Dopodichè va bene lo stretching ma sempre e solo dopo aver riscaldato lo stesso muscolo. Inoltre dovresti rafforzare, a mio parere, la muscolatura addominale per riequilibrare la dinamica locale