Utente 136XXX
Salve, sono un ragazzo di 30 anni, pratico sport da 8 anni: prima calcio e da 10 anni ciclismo (fino a 2 anni fa correvo a livello amatoriale). Oggi mi alleno in settimana andando in palestra (principalmente facendo indoor cycling) e nel week end esco fuori percorrendo lunghe distanze (più di 100km ogni volta che esco per un minimo di 4 ore di attività). Percorro circa 1000km/al mese durante la bella stagione. Per dare qualche dettaglio in più ho una frequenza cardiaca a riposo di 40-42 pulsazioni al minuto e una massima che non conosco (non ho mai fatto test o visite sotto sforzo). Utilizzo il cardiofrequenzimetro solo quando esco in bici e quest'anno sono arrivato a picchi di 186 pulsazioni. Ultimamente, però, rispetto a quando correvo, noto che ci sono giornate in cui fatico ad arrivare a 170 pulsazioni e una volta raggiunti avverto la stessa fatica dei 180 e oltre; questo mi ha spinto a utilizzare il cardio in palestra e nell'ultima lezione di indoor, dopo circa 45min di attività, ho raggiunto i 192 battiti (e tenevo i 185 abbastanza agevolmente). Ho notato che nella fase iniziale i battiti faticano a salire, poi invece raggiungo agevolmente i 180. La cosa che mi ha preoccupato, e che non è mai successa quando esco fuori in bici, è la seguente: dopo uno picco massimale (da 180 in sù) se rallentando bruscamente la pedalata i battiti scendevano vertiginosamente e nel giro di una decina di secondi i battiti scendevano a 145 per poi risalire a 170 e successivamente scendere pian piano (in 30 secondi la pulsazione era circa 125). In sostanza il cuore dopo uno sforzo massimale, fermando quasi le mie gambe, scende a 140 e poi risale a 170 circa e recupera successivamente pian piano in 25-30 sec fino a 125. Questa brusca diminuzione e poi aumento è normale? Non mi era mai successo, anche perché in bici non capita mai di fermare quasi le gambe dopo una salita ma il ritmo diminuisce gradualmente. Dovrei approfondire effettuando un test sotto sforzo o altro? Ogni anno effettuo l'ECG (visita medica lavorativa) ed è sempre stato tutto apposto (pressione 115-70) - nota: blocco parziale di branca destra, ma il medico mi diceva che è normale per chi pratica sport e non è preoccupante. Grazie anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Antonio Carmelo Ceravolo

24% attività
0% attualità
8% socialità
PERUGIA (PG)
CITTA' DELLA PIEVE (PG)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2013
Salve, il consiglio è quello di effettuare una prova da sforzo cardiologica visto che fa tutta questa attività fisica. Comunque ha detto bene: quando mi fermo gradualmente e non all'improvviso, la frequenza cardiaca scende normalmente. .. ha trovato da solo la risposta...niente di preoccupante. .. continui a fare attività fisica, ma almeno un controllo cardiologico lo farei... cordiali saluti
Dr. Antonio Carmelo Ceravolo

[#2] dopo  
Utente 136XXX

Grazie 1000 per la risposta, effettuerò la prova da sforzo prima possibile.