Utente 311XXX
Buongiorno
da circa un anno ho ripreso a effettuare con una certa regolarità del'attività fisica dopo molti anni di inattività, l'attività in questione è la mountain bike, a livello non agonistico, con l'obbiettivo di migliorare la forma fisica e diminuire il perso corporeo. Faccio attualmente in media una o due attività settimanali.
Ho 46 anni, pesavo 105 kg prima dell'inizio dell'attività, e ora sono sceso a circa 94 kg, sono alto 1.79 m .
L'ultimo elettrocardiogramma eseguito presso il medico aziendale (esame obbligatorio ai sensi dgls81) non ha rilevato cardiopatie ma ormai risale a circa due anni fa.
Ho anche acquistato un cardofrequenzimetro per monitorare la frequenza cardiaca sotto sforzo, e ho letto online che la frequenza massima per la mia età non dovrebbe superare i 175 bpm (è proprio così?).
Vorrei chiedere un consiglio sull'eventuale opportunità di una visita medico sportiva per verificare l'idoneità a questo tipo di attività (e che tipo di esame riteniate opportuno) e se possibile qualche consiglio per svolgere al meglio la mia attività, ed eventuali controindicazioni.
grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Se intende fare quell'attivita' sportiva e' opportuno che lei esegua periodicamente un ECG sotto sforzo massimale.
La Frequenza che lei indica e' considerata massimale, e non e' conveniente raggiungerla, non superando l' 85% di tale valore, dal momento che un aumento spiccato della frequenza , specie se mantenuto a lungo, non fa bene ad alcun cuore

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza