Utente 359XXX
Salve,
ho iniziato a fumare all'età di 15/16 anni e ne ho fumate poco meno di un pacchetto al giorno per circa 6 anni dopo di che ho iniziato a diminuirle.

Da circa 2/3 anni ne fumo dalle 6 alle 8 al giorno (sigarette fatte su a mano, con filtro e molto più corte e piccole di quelle normali, ho pesato il tabacco contenuto e posso affermare che una sigaretta delle mie ha un peso del tabacco 2/3 inferiore a quelle normali).
Ho iniziato da 1 mese a non fumare più le sigarette di quando appena mi alzo ma lascio passare anche 2 ore (non nutrendo particolare astinenza) e da quasi due anni quando esco (per lavoro o svago) non porto più dietro il tabacco (solo la domenica sera ne fumo una dopo cena fuori).

Da quasi un'anno pratico anche attività fisica costante BICI + CORSA 2/3 volte a settimana 1h/2h e quando torno non ho l'istinto di fumare anche per 2 ore.

La mia alimentazione è abb sana, da 2 mesi ho eliminato tutte le bevande gassate tranne rare eccezioni, bevo poco vino ai pasti e bevo molta acqua frizzante. Mangio regolarmente frutta e verdura, carne pochissima.

Volevo sapere se il mio stile di vita può aiutare il mio organismo (polmoni, cuore, etc...) a contrastare o purificare dagli effetti negativi del fumo. In particolare quelle 6/8 sigarette al giorno (che come peso di tabacco equivalgono a circa 3 sigarette normali) mi danneggiano tanto o meno. Insomma posso permettermi di mantenere il vizio purchè controllato e con uno stile di vita sano? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Carmelo Ceravolo

24% attività
0% attualità
8% socialità
PERUGIA (PG)
CITTA' DELLA PIEVE (PG)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2013
Buongiorno, il suo stile di vita riguardante alimentazione e attività fisica aiuta certamente a contrastare e ridurre gli effetti negativi derivanti dal fumo di sigaretta, ma.... non elimina del tutto le conseguenze e i rischi del fumare sigarette a livello di salute..... a questo si arriva smettendo di fumare..... tragga Lei le conseguenze. .. cordiali saluti
Dr. Antonio Carmelo Ceravolo