Utente 913XXX
Non so se mi risponderete ma vi ringrazio fin da ora.
Grazie anche per esservi messi a disposizione degli altri in questo splendido modo.
Durante una partita di rugby,in seguito ad una caduta,mi sono procurato una lussazione acromion-claveare. L'ortopedico che mi visitato subito dopo l'accesso al pronto soccorso,RX alla mano,ha riscontraro una lussazione di 4°grado,con necessario intervento chirurgico con la tecnica del filo K,che mi garantirebbe una totale e rapida guarigione,senza il rischio di recività,.Tutto ciò considerando che a detta del medico,la terapia conservativa per un ragazzo di 25 anni come me,non è la strada migliore.
Nei giorni successivi,d'accordo con la mia società,ho consultato un'altro ortopedico,che mi sconsigliato l'intervento chirurgico,sostenendo che mi metterebbe di fronte ad un alto rischio di recidività. Mi ha quindi prescritto
3 settimane di riposo con tutore Kenny Howard,per poi cominciare un lungo ciclo di riabilitazione,assicurandomi che tornerò ad essere quello di prima.
Chiedo dunque un parere in più,nel tentativo di prendere la migliore decisione per la mia salute.
Intanto visto che indosso il tutore,vorrei chiedere,è possibile toglierlo,solo per pochi minuti,giusto per farsi la doccia o cambiarsi la maglietta?
Grazie.

[#1]  
Dr. Stefano Guidotti

24% attività
4% attualità
12% socialità
FIRENZE (FI)
FIGLINE VALDARNO (FI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Nella lussazione a-c non c'è ancora accordo sull'indicazione chirurgica, non sempre i risultati dopo l'intervento sono entusiasmanti ed anche le complicanze non sono rare; addirittura persistono ancora controversie sulla classificazione delle lesioni. Evidentemente nonostante i progressi tecnici non è stato ancora identificato un trattamento chirurgico che rappresenti il "golden standard" come per altre lesioni traumatiche. Comunque in linea di massima, a grandi linee: più la lesione è grave, più il soggetto è giovane, più impegnativa è l'attività sportiva praticata e più è consigliabile valutare un opportunità chirurgica.
Tanti saluti
Dr. Stefano Guidotti
Dr. Stefano Guidotti
Ortopedico Fisiatra Esperto di Onde d'urto Firenze
www.stefanoguidotti.it

[#2] dopo  
Utente 913XXX

la ringrazio ancora per la tempestiva risposta.
Sono passati ormai 7 giorni dall'applicazione del tutore,e inizio ad essere sempre più scettico sul funzionamento dello stesso. Mi fido dell'opinione dell'ortopedico di fiducia della mia società (le cui capacità nel trattamento di problemi alla spalla,sono riconosciute da molti medici che ho sentito) ma sono dubbioso sull'esito della terapia. Com'è possibile che i legamenti rotti si possano risaldare senza un intervento chirurgico? Oppure che lo scalino (tasto di pianoforte) che a detta dell'ortopedico sicuramente rimmarrà,non pregiudichi un ritorno alla piena e ottimale attività rugbistica? Non m'interessa il fattore estetico della cosa,ma solo di ritornare ad avere il fisico di prima.
Grazie ancora per la risposta e complimenti per l'ottimo servizio che offrite.