Utente cancellato
Gentili dottori,

richiedo un consulto in merito ad un caso parecchio specifico.

A causa di un mal di gola negli scorsi giorni ho fatto l'aerosol con il medicinale indicato (Clenil per Aerosol), in particolare:
- 2 fiale il 26/12 (una al mattino ed una alla sera)
- 2 fiale il 27/12 (una al mattino ed una alla sera)
- 1 fiala il 28/12 (al mattino)
per un totale di 5 somministrazioni.

Solo dopo mi sono reso conto che il medicinale è sagnalato con l'apposito bollino DOPING... dal momento che pratico attività agonistica vorrei sapere per favore se qualcuno può indicarmi per quanto tempo rimangono nel mio organismo le tracce della mia terapia.
Senza più farne uso (ovviamente) dopo quanto tempo, nelle condizioni peggiori, avrò completamente smaltito il medicinale preso e le sue tracce scomparse da qualunque tipo di test (urine e sangue)?

Vi ringrazio per il consulto
Saluti e tutti e buone feste

[#1]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
La permanenza dipende dalle quantità di farmaco utilizzato, ma anche dalle caratteristiche del soggetto. Si rivolga allo specialista in medicina dello sport che la sottopone ogni anno alla visita per l'idoneità agonistica ed avrà le indicazioni necessarie.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com

[#2] dopo  
39020

dal 2015
Buongiorno,

io non mi sono più preoccupato della cosa dato che la prima competizione per me sarà ai primi di marzo.

Penso che dopo due mesi sia impossibile trovare tracce del medicinale su qualunque tipo di soggetto.

Pensa che dovrei essere più scrupoloso e fare delle analisi a marzo prima di andare in gara? Ora penso che la cosa si inutile, nel caso se ne trovasse traccia non sarebbe di mio interesse.

Grazie della risposta
Distinti saluti

[#3]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Non credo che a marzo ci saranno più tracce della sostanza utilizzata. Ricordi però che i controlli non vengono effettuati solo in gara ma possono essere eseguiti "a sorpresa" anche durante gli allenamenti.
In futuro faccia più attenzione ed avverta sempre il medico, chiedendo possibilmente farmaci consentiti e una prescrizione chiara, con patologia, dosaggi e durata della terapia.
In caso poi di necessità terapeutiche prolungate è possibile effettuare la comunicazione per avviare la procedura specifica per l'esenzione a fini terapeutici (qui trova informazioni sull'argomento:
http://www.sportmedicina.com/aggiornamenti_doping.htm )
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com

[#4] dopo  
39020

dal 2015
La ringrazio per il consulto.

So che il tutto è nato da una mia negligenza e so anche della dichiarazione per fini terapeutici.

Per quanto riguarda i test "a sorpresa" sono parecchio rari negli sport minori e quindi riscontriamo una maggiore fiscalità ed efficienza durante le competizioni.

Distinti saluti e grazie ancora