Utente 493XXX
Salve e grazie anticipatamente per le possibili risposte.
Volevo chiedere un consiglio su un problema che ho da un paio di mesi.
Giocando a calcio presi un colpo sul piede con conseguente distorsione alla caviglia (niente di grave), per sicurezza feci comunque i raggi e li feci visionare ad un ortopedico che mi rassicurò visto che non vi erano frattura e ne problemi ai legamenti, per sicurezza feci comunque fisioterapia, infatti la caviglia in se non mi da problemi. Solo che ora ho un dolore al piede (riesco comunque a camminare e a corricchiare ma non troppo), un dolore di tipo "nervoso" che soprattutto se cammino tanto si irradia su tutto il lato interno del piede e alcune volte arriva all'alluce, ho fitte e formicolii. Ho notato che il dolore parte precisamente da dove ebbi il trauma. Cercando su internet (non si dovrebbe fare) ho letto che potrebbe essere sindrome del tunnel tarsale, dato che il colpo potrebbe aver fatto "gonfiare" le fibre che ora premono sul nervo. Mi potete dare un qualche consiglio temporaneo prima che consulti uno specialista (meglio ortopedico o neurochirurgo?).

[#1] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
gentile utente, da un punto di vista strettamente anatomico, il tunnel tarsale è situato sul lato interno della caviglia con l'astragalo e il calcagno che formano il pavimento osseo mentre il tetto, più superficiale, è costituito da un legamento (retinacolo dei flessori del piede) che rappresenta un ispessimento della fascia profonda del piede, teso fra malleolo tibiale e la superficie mediale del calcagno. Il tunnel tarsale contiene: il nervo tibiale posteriore, l’arteria, le vene tibiali posteriori e i tendini del muscolo tibiale posteriore, flessore lungo delle dita e flessore lungo dell’alluce. Tutte queste strutture provocano un tale sovraffollamento che una qualsiasi problematica ad una delle strutture passanti innesca una infiammazione e quindi la sindrome. Il trauma che ha subito, potrebbe avere causato un tunnel tarsale ma saranno l'ecografia e l'elettromiografia, oltre la valutazione clinica (segno di Tinel) a stabilire se, quanto e come agire.Sulla scelta tra ortopedico e neurochirurgo non saprei dirle; spesso si va "a pelle". Comunque sono due professionalità degne....
Cordiali saluti.
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it