Utente 493XXX
Circa un mese fa ho iniziato a sentire un forte dolore alle cosce anteriori e ai ginocchi ,un dolore che ho ritenuto causato dall'intenso allenamento degli ultimi mesi con cylette e step (3 ore e passa al dì).Non ho subito un trauma improvviso, ma ritengo che il continuo stress da movimento ripetuto mi abbia portato a questa condizione. Bene, all'inizio i dolori andavano e venivano così mi sono limitata a ridurre l'allenamento ma poi visto il dolore in perenne aumento non sono più riuscita a muovermi e ho dovuto smettere completamente stando in completo riposo. Da allora continuo ad avvertire dolori sia evocati che spontanei che mi impediscono non solo di pedalare o salire le scale normalmente ma anche di camminare.Mi sono rivolta al mio medico di base che mi ha prescritto della analisi ,tutte negative, e una ecografia anch'essa negativa. Ora non so che fare perchè continuo ad avvertire dolori e non posso camminare normalmente .All'inizio pensavo di avere delle lesioni ai muscoli, ma l'ecografia non li ha rilevati e così mi chiedo che cosa possa provocarmi dolore. L'unico sollievo mi viene dato dall'uso del termoforo che tengo continuamente sulle cosce.Chiedo: è possibile che se anche l'eco è negativa ci sia stata comunque un'elongazione/stiramento dei muscoli da stress da movimento ripetuto che mi provoca tutto questo dolore? E poi come mai sento i miei muscolo accorciati,cosa che dovrebbe avvenire solo in presenza di riparazione da lesione? Ho timore di non riacquisire più la funzionalità originaria, cosa posso fare?Grazie

[#1] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
gentile utente, il suo sembra essere un banalissimo caso di sovraccarico muscolare dato dall'intensa attività sportiva (cyclette e step); infatti, il suo sollievo dato dall'uso di un termoforo (il calore sul muscolo ha un effetto rilassante) ed il risultato negativo dell'ecografia muscolare non sembrano non lasciare dubbi. Una domanda. Ma lo stretching, che lei non ha indicato, viene fatto? A prescindere dalla risposta, il consiglio è sempre il solito: dopo una prima fase di riscaldamento, conviene fare una seduta di stretching generale. Poi si fa l'allenamento (cyclette) quindi ancora stretching e poi lo step. A conclusione ancora stretching. Trattandosi di sedute impegnative, importante sarà anche l'accumulo di acido lattico; in questo caso reintegrarsi aggiungendo mezzo cucchiaino di bicarbonato aiuta a recuperare prima. Il bicarbonato funge da base per tamponare l'acido lattico. Assieme allo stretching risulta essere un mezzo più che valido.
Cordiali saluti.
Dr. Gianpaolo Sardo
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it

[#2] dopo  
Utente 493XXX

La ringrazio per la gentile risposta e per i consigli di cui farò tesoro .
Al momento la mia situazione è stazionaria, come detto i miei dolori durano da un mese anche se l'attività sportiva l'ho sospesa solo da circa due settimane: da allora nulla è cambiato nonostante il riposo a casa (passo dal letto alla sedia e faccio pochi passi):fatico a camminare /salire le scale per via delle ginocchia deboli e per così dire 'ingolfate' ,ma non sto neppure comoda seduta perchè sento i muscoli sopra le ginocchia che ' tirano' come se fossero in tensione, la notte poi fatico a dormire a causa del dolore costante alle cosce e ginocchia (a volte pure a fino a metà gamba).Non che il dolore sia forte ma è costante e spontaneo quindi fastidioso anche perchè ogni giorno di riposo che passa non noto miglioramenti e mi sento un pò sconfortata perchè vorrei tornare non dico all'allenamento di prima, ma almeno a camminare senza dolore e ad avere una quotidianità normale.
Le chiedo :
-la tecar terapia potrebbe essere indicata per velocizzare la riprese?
-nel caso di un affaticamento muscolare quanto tempo occorre per il recupero? Ovviamente suppongo che sia variabile da persona a persona, ma vorrei sapere all'incirca al massimo quanto ci vorrà perchè non vedendo miglioramenti di sorta ho il timore che la mia attuale condizione possa cronicizzarsi.Grazie.

[#3] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
gentile utente, la tecar che lei chiede, da fare dove ? Questo esame, non convenzionabile, ha un costo che non tutti possono sopportare; una seduta varia dai 40 a 50 euro! Lei denuncia dolore alle ginocchia ed ai muscoli delle ginocchia.
In soldoni ci vuole la tecar resistiva per le ginocchia e la tecar capacitiva per i muscoli......
Non so chi l'abbia suggerita ma vorrei indirizzarla alla cautela.
Nella mia risposta precedente trova i suggerimenti che ritengo, in cuor mio, migliori. Poi sarà una sua scelta.......
Cordiali saluti
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it