Dolore e arrossamento ultime costole

salve,
ho 23 anni
per l'ennesima volta mi sono recato al pronto soccorso per dei dolori toracici che ho da mesi e non passano.la zona dolorante cambia a periodi:prima era la parte superiore sternale mentre ora è quella inferiore.ho fatto ecg,ecg da sforzo,
rx torace,ecografia strnale ed è tutto ok e si ipotizza che possa essere reflusso ma con le pillole omeprazen non ho nessun beneficio e a breve farò la gastroscopia.
la cosa che mi preoccupa è che in corrispondenza della zona dolorante si nota ad occhio nudo una sorta di rossore.il medico ipotizza che sia io inconsciamente a sfregarmi quindi provando a non toccare quella zona ho notato che non scompare ma è diventata scura (come se fosse un residuo di un livido).
dal pronto soccorso hanno escluso l'herpes zoster e mi hanno detto che si tratta di ansia.ma è possibile che l'ansia mi faccia uscire questi sintomi e macchie scure sulle costole?il dolore è persistente tutta la santa giornata.inoltre il dolore a volte si dirama a collo e schiena
secondo voi cosa potrebbe essere?
vi ringrazio
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,7k 2,1k 87
Gentile utente,

per darle un'idea di quanto può fare l'ansia sul nostro corpo legga un articolo di riferimento presente sul nostro sito:

https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1064-quando-il-corpo-va-in-ansia-i-sintomi-fisici-dei-disturbi-d-ansia.html

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
gentile dott.Cosentino,
la ringrazio per aver risposto.la gastroscopia la dovrò fare comunque visto che l'ho prenotata almeno mi tolgo il pensiero.
in effetti questi sintomi sono cominciati dopo un attacco di ansia/panico dovuto a semplici dolori intercostali che ho scambiato per principio d'infarto.ogni volta che ho sto dolore (sempre) temo che sia qualcosa di grave ma dopo 7 mesi sono ancora vivo.
in effetti mi hanno consigliato di rivolgermi ad uno specialista ma alcuni mi consigliano un psicologo mentre altri un psichiatra e non so quale potrebbe essere adatto.
lei cosa ne pensa?come posso affrontare questa situazione che mi sta distruggendo?
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,7k 2,1k 87
Consiglierei una visita psichiatrica se non riesce a liberarsi del problema. Attenda comunque l'esito della gastroscopia (che non dovrebbe dirci niente di rilevante).

Saluti

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio