Utente 424XXX
Salve, sono un ragazzo di 20 anni e il 30 dicembre 2018 ho effettuato la mia prima donazione di sangue all'avis (500ml). Qualche giorno dopo ho iniziato a notare un insolito diradamento nei miei capelli, precisamente alle tempie, e ancora oggi, a distanza di 2 settimane, è presente. Sono uno sportivo e da 6 mesi seguo una dieta abbastanza completa e non mangio quasi mai schifezze (fast food, fritture ecc) e ogni giorno prendo un multivitaminico della Jamieson, quindi dubito sia dovuto a carenze alimentari.

I valori relativi alla donazione del 30 dicembre sono i seguenti:

Globuli bianchi: 5.3 (4-11)
Globuli rossi: 4.85 (4.2-5.6)
Emoglobina: 15.3 (13.5-17.5)
Ferro: 64 (21-274)
Sideremia: 109 (65-175)

Il resto dei valori sono anch'essi nella norma.

Il diradamento dei capelli potrebbe essere stato causato dalla donazione di sangue? Se la causa dovesse essere la donazione, i capelli dovrebbero tornare come prima entro qualche settimana, o sbaglio?

Aggiungo anche che nell'ultimo mese ho avuto una dermatite seborroica (il cuoio capelluto era ricoperto di bianco e forfora) che sto tenendo a bada in modo efficace con lo shampoo "Oleocut ultra DS". Comunque sia, domani ho l'appuntamento con la dermatologa per vederci chiaro.

In famiglia entrambi i miei genitori soffrono di alopecia androgenetica ma mio padre ha iniziato a perdere i capelli a 35 anni. Inoltre ho due fratelli, uno di 30 anni e uno di 34 anni e sono entrambi due capelloni e non hanno mai avuto problemi di capelli. Io ne ho ancora 20.

Vi ringrazio anticipatamente per la disponibilità.

[#1] dopo  
Dr. Dario Graziano

44% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
NOVARA (NO)
VERCELLI (VC)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
gentile utente, è estremamente improbabile che la causa sia la donazione, è più facile che abbia inciso la sua dermatite.
cordiali saluti
Dr. Dario Graziano
Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva
ed Estetica
www.dariograziano.it

[#2] dopo  
Utente 424XXX

La ringrazio per la risposta.

Oggi sono andando dalla dermatologa e mi ha detto che probabilmente l'alopecia viene dallo stress (negli ultimi 5 mesi ho passato un periodo di forte stress, quasi depressione, infatti nei prossimi giorni andrò da uno psicologo), però è probabile che ci sia una componente androgenetica.

Tuttavia, nella mia famiglia mio nonno paterno a 56 anni aveva ancora tutti i capelli, idem mio nonno materno fino a 46 anni (dopo, purtroppo, sono morti).

Mio padre è diventato calvo tra i 35 anni e 40 anni e mia madre ha iniziato a soffrire di androgenetica dopo la menopausa.

Ho 4 cugini lato materno tra i 20 e i 40 anni e hanno ancora i capelli, tuttavia ho 2 cugini lato paterno (30 e 35 anni) con problemi di androgenetica da quando avevano 22 anni circa.

È altamente probabile che farò prematuramente compagnia ai miei due cugini calvi per androgenetica oppure avrò la "fortuna" dei miei due fratelli, entrambi capelloni superati i 30 anni?

[#3] dopo  
Utente 424XXX

Pensandoci, penso sia meglio fare un esame ai capelli che mi dica se è androgenetica, stress o altro così da mettermi il cuore in pace. Esiste un esame del genere? Quale sarebbe il più efficace e preciso in questi casi?