Utente 265XXX
salve. In data 06/06/12 ho fatto un eco x un dolore ke avvertivo nella zona pubica dopo uno sforzo come corsa sollevamento oggetti pesanti ecc. Il dolore veniva riflesso anche al fianco e al testicolo quindi ho fatto un eco al testicolo e ai fianchi andato bene. Il 6 giugno 12 ho fatto un eco muscolotendinea al linguine xk il dolore diventava smp + forte in quella zona e mi hann diagnosticato una lesione distrattiva laterale al muscolo retto dx dell'addome. Il fiasiatra mi ha consigliato 10 sedute di laser ad alta frequenza che ho fatto ma il dolore nn è passato del tutto però diminuito del 60% circa e ho provato a fare altre 5 sedute ma nn è cambiato nient gioco a calcio ma durante la terapia ero totalmente fermo sperando di risolvere il prob. xk andava avanti da un anno e mezzo. Adesso sento meno dolore al fianco al testicolo quasi nient ma sento ancora dolore nella parte lesa. Adesso ke nn faccio + il laser qnd vado a letto metto fastum gel. Cosa mi consigla e devo continuare con il laser o no.grazie.

[#1] dopo  
Dr. Giulio Pio Urbano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
16% socialità
RHO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

visto che ha già fatto un numero sufficiente di laser terapia,

è consigliabile proseguire solamente con il gel antinfiammatorio già in uso.

Vedrà che gradualmente il disturbo scomparirà.

Cordialità
Urbano Giulio Pio MD
Specialista Medicina Fisica Riabilitazione
e Psicoterapia
3398917774(h16-20)

[#2] dopo  
Utente 265XXX

grazie. Adesso sono un pò più tranquillo. è possibile intanto tornare allo sport o devo aspettare che passi del tutto.

[#3] dopo  
Utente 265XXX

grazie. Adesso sono un pò più tranquillo. è possibile intanto tornare allo sport o devo aspettare che passi del tutto.

[#4] dopo  
Dr. Giulio Pio Urbano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
16% socialità
RHO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Se il disturbo è tollerabile,

le conviene ritornare all'attività sportiva con adeguato riscaldamento e senza eccedere negli sforzi.

Se il disturbo dovesse aumentare sarebbe meglio evitare l'attività sportiva ed aspettare per la ripresa.

Cordialità
Urbano Giulio Pio MD
Specialista Medicina Fisica Riabilitazione
e Psicoterapia
3398917774(h16-20)

[#5] dopo  
Utente 265XXX

la ringrazio molto dottore.