Utente 117XXX
Gentili medici,
in luglio ho iniziato ad avere dei dolori alla spalla quando stavo in certe posizioni,il fisiatra sospettava una tendinite,ma i dolori sono continuati fino a che la spalla si e' bloccata.Non riesco piu' a fare certe operazioni quali x esempio pettinarmi.Ho fatto una risonanza magnetica il 14/12: RM spalla sn Articolazione acromio-claveare nella norma.Spazio di scorrimento sottoacromiale conservato.Tendini della cuffia dei rotatori regolari per morfologia e segnale.Lieve imbibizione edematosa della regione dell'intervallo dei rotatori.Quota fluida articolare appena piu' cospicuo che di norma.Moderato ispessimento e imbibizione della banda anteriore del legamento gleno omerale inferiore,reperto compatibile con capsulite adesiva.Tendine capo lungo del bicipite in sede nella doccia omerale.Non evidenti significative alterazioni del labbro glenoideo.
Sto prendendo antinfiammatori(etoricoxib) e sto facendo riabilitazione in acqua calda.In maggio ho subito un trauma alla schiena(sospetta frattura del sacro) x cui sono stata a letto x un mese e forse la capsulite e' legata a qsto.
Vorrei sapere quali sono le terapie piu' indicate nel mio caso: laser,tecar,infiltrazioni?Si puo' prevedere x quanto tempo restero' bloccata e dolorante? Inoltre vorrei un consiglio x la schiena: siccome sn ancora molto contratta e certe sere non riesco a stare in posizione eretta perche' ho dolore a tutta la colonna,probabilmente x la mia postura scorretta di difesa,mi consigliate di prendere un miorilassante quale il Muscoril? Ho letto che in casi di ipotonia e' sconsigliato e la mia schiena non e' di certo molto allenata visto che e' da maggio che nn faccio sport a parte gli esercizi di fisioterapia.Vi ringrazio anticipatamente

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Giulio Pio Urbano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
16% socialità
RHO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

dal suo racconto non si evince se gli esercizi effettuati sono fatti con aiuto e guida di un fisioterapista o solo autonomamente.

In ogni caso, visto il corollario sintomatologico, la Sua storia clinica, . . .

è decisamente impossibile poterle dare consigli deontologicamente corretti e personalizzati per via telematica, soprattutto perchè oltre alla RMN da lei trascritta, 

è fondamentale l'esame obiettivo possibile solo con una visita "de visu".

Ciò che mi sento di dirle è che se gli esercizi da lei sino ad ora effettuati non hanno avuto benefici, è il caso di rivolgersi ad altri professionisti possibilmente medici specialisti fisiatri e fisioterapisti della sua zona di residenza.

Vedrà che i Colleghi saranno in grado di aiutarla stilando un programma terapeutico personalizzato, verificando periodicamente i risultati terapeutici ottenuti e valutando i diversi approcci terapeutici, fisioterapici e/o farmacologici, a lei più congeniali.

Cordialità.
Urbano Giulio Pio MD
Specialista Medicina Fisica Riabilitazione
e Psicoterapia
3398917774(h16-20)

[#2] dopo  
Utente 117XXX

Gentili medici,x rispondere al dott Urbano,la riabilitazione in acqua calda e' durata un mese ed e' stata fatta con un fisioterapista dopo visita fisiatrica.Ora a casa sto facendo degli esercizi consigliati dal fisiatra.Le mie domande,che non penso necessitino di visita "de visu", sono: nella fase in cui mi trovo e cioe' con la spalla bloccata da 2 mesi e dolorante,le linee guida cosa consigliano? Devo fare laser,tens,magnetoterapia o altro? Perche' un fisiatra mi ha detto che devo fare terapie,un altro mi ha detto che in qsta fase butterei solo via soldi.E' sufficiente che io prosegua solo con la ginnastica a casa?Sapreste dirmi anche solitamente quanto dura la fase di congelamento,e quando iniziera' il "disgelo",anche in base alle informazioni che potete ricavare dalla risonanza magnetica?.Vi ringrazio infinitamente