Utente 446XXX
il giorno 22 luglio mia moglie prendeva una storta cadendo di peso sulla tessa caviglia, al p.soccorso non risultavano fatture ma che sarebbe dovuta tornare dopo 4 gg per visita ortopedica poiche il piede era troppo gonfio e non potevva muovere le dita. Dopo 4 gg nella zona del malleolo vi erano segni di ematoma e stata ingessata fin sotto il ginocchio nonostante la caviglia fosse molto gonfia. Dopo 2 giorni ha avuto un dolore (crampo) al popaccio che da quel mometo da notevoli problemi tanto che dopo 8 giorni dall'ingessatura sono stati costretti a togliere il gesso e a farle usare usare un tutore. Mia moglie ha dei dolri atroci soprattutto la sera si distende e la mattina quando scende dal letto malgrado stia utilizzando una pomata per i traumi d sabato sera per mia iniziativa prendendo tachipirina 1000 e fasciando il polpaccio il dolore si e attenuato in attesa di visita specialistica ortopedica e fisioterapeuticavorrei avere un consiglio

[#1]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
12% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
In attesa di un consulto specialistico ortopedico, le suggerisco di non far appoggiare a sua moglie il piede corrispondente alla caviglia interessata dalla distorsione, di tenere l'arto inferiore sollevato con due cuscini sotto il piede. Dovrebbe fare dei farmaci vasodilatatori, della terapia locale antiedemigena ed usare un tutore e fare idrochinesiterapia, ed altri accorgimenti fisiochinesiterapici.
Ma ovviamente, dopo aver avuto il consulto clinico del collega specialista ortopedicoNon deve fasciare il polpaccio. Si faccia visitare dal suo medico ed acceleri la visita specialistica, seguendo che non ci sia una flebite o un'algodistrofia di Sudek, casi possibili e/o frequenti in tali eventi traumatici.
Saluti
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -