Utente 210XXX
buongiorno,
mi è stata diagnosticata una discinesia scapolo-toracica bilaterale, con squilibrio della spalla destra in atteggiamento di protrazione (la spalla dx infatti è più bassa della sinistra e lievemente anteposta).

chiederei gentilmente alcuni consigli sulla riabilitazione, considerando che mi è stato riferito essere particolarmente difficile individuare lo specialista adatto.

cordiali saluti

[#1]  
Dr. Michele Moretti

32% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Gentile utente, al fine di tentare di fornirle qualche utile consiglio occorrono ulteriori informazioni:
- per quali sintomi si è rivolto al medico che ha posto tale diagnosi?
- insieme alla diagnosi le sono stati dati consigli per un eventuale trattamento?

Saluti.
Dr. Michele Moretti
Specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione

[#2] dopo  
Utente 210XXX

buongiorno,
cerco di riassumere brevemente la situazione.
circa 2 anni fa sono dimagrito muscolarmente circa 9 kg causa mononucleosi..
quando ho riniziato a rimetteri in forma ho notato come la spalla DESTRA rimanesse nonostante tutto piu bassa e leggermente protratta in avanti.
per problemi alla schiena ho intrapreso l'attività natatoria per circa 6 mesi frequentando la piscina anche 5 volte a settimana.
Ad ogni occasione prima di entrare in vasca effettuavo stretching delle spalle e accusavo dolore localizzato nella parte posteriore del deltoide; solo in stretching ripeto, nn durante l'attività. nonostante avessi sviluppato notevolmente il fisico, la spalla DESTRA rimaneva piu bassa.
un giorno nuotando sentii una forte fitta anteriormente sempre a livello del deltoide.
son rimasto fermo per circa 4 mesi senza che il dolore passasse. la rmn e gli rx erano negativi, niente sindrome da conflitto sub acromiale.
ho effettuato esercizi per gli extrarotatori per ricentrare comunque la testa dell'omero che si era appunto decentrata ma senza creare lesioni.
all'ultima visita dallo specialista in patologie della spalla è stato diagnosticato quanto detto nel primo messaggio e una microistabilità.
viene inoltre consigliato trttamento artroscopico di decompressione del nervo sovrascapolare destro.
c'è da dire che anche la spalla sinistra è dolorante, seppure è rimasta a riposo per 4 mesi.

[#3]  
Dr. Michele Moretti

32% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Alcune brevi considerazioni:
- i citati "problemi alla schiena", vista la sua giovane età, immagino possano essere ricondotti ad atteggiamenti posturali viziati o asimmetrie su base scoliotica;
- il dolore allo stretching è suggestivo per un interessamento muscolare di possibile origine contratturale (visto che non sono citati fatti traumatici distrattivi o contusivi);
L'insieme di queste due situazioni può aver sostenuto il protrarsi di un lavoro muscolare disarmonico ed asimmetrico nel corso dell'attività fisica intrapresa con l'obiettivo di "rimettersi in forma".
Può essere utile una valutazione muscolare obiettiva alla ricerca di contratture e/o punti dolenti che rappresenterebbero il primo ostacolo da eliminare al fine di proporre a seguire la ripresa di un'attività fisica corretta e progressiva.
Suggerisco di rivolgersi ad un fisiatra della sua zona oppure ad un esperto e qualificato massofisioterapista sportivo.

Cordiali saluti.
Dr. Michele Moretti
Specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione