Utente 338XXX
egregi dottori, vorrei sottoporre alla vostra attenzione un problema
apparentemente senza soluzione, per il quale il mio dottore di fiducia non ha
saputo esprimersi. In poche parole, venerdì sera, decido farmi solo uno shampoo (non
doccia). Così, rimanendo fuori vasca, mi piego porgendo mezzo busto in vasca ed
inizio a sciacquarmi i capelli. Tuttavia, dopo averli insaponati, vado per
lavarmeli, quando all'improvviso perdo coscienza per un secondo o meno, e
sbatto di striscio la testa all'interno della vasca. A seguito dell'impatto,
riprendo coscienza ma rimango impossibilitato a muovermi per un paio di
secondi circa. Mia madre nel frattempo, sente l'impatto e accorre
immediatamente in bagno: mi trova inginocchiato con metà busto tutto
proteso all'interno della vasca. Dopo pochi minuti decidiamo di andare in
guardia medica. Secondo il dott. di turno probabilmente la perdita di
coscienza è stata causata da una forte contrattura dei muscoli cervicali. E'
arrivato a tale conclusione dopo che averne escluso altre (recente visita
otorinolaringoiatra tutto ok, analisi sangue per sospetta crisi ipoglicemica per altri miei problemi, tutto ok, visita cardiologica tutto ok -nonostante lieve insufficienza valvola
mitralica e aortica, apparentemente bicuspide); a tal proposito quindi, mi ha
consigliato una visita dal fisiatra e analisi del sangue.
Il mio dott. di fiducia invece, pur ammettendo l'eccezionalità dell'evento,
non ha saputo dire a cosa fosse dovuto (si è ipotizzato caldo- ma quella sera
era abbastanza fresco, meno di trenta gradi circa- e acqua troppo fredda -ma
io bevo solo acqua a temperatura ambiente). Secondo voi, da cosa può essere
dipeso?

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
È opportuno che lei esegua un holter cardiaco ed un ecocolordoppler dei vasi cerebro afferenti.
Hai mai sofferto di crisi epilettiche febbrili da bambino?
Cordialita
Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 338XXX

Gentile Dott. Cecchini, grazie per la risposta.

Per chiarezza, devo aggiungere che, all'incirca dall'autunno scorso, soffro (all'inizio frequentemente, ora sporadicamente) di improvvisi risvegli notturni con fortissimo ma brevissimo capogiro ed impossibilità di tener fermi gli occhi per un paio di secondi seguito dalla necessita di respirare profondamente via naso, come se prima del risveglio fossi rimasto in apnea. Come dicevo, questi sintomi oggi continuano ad esserci anche se sono apparentemente "meno intensi". Ad esempio quattro giorni fa circa, mi sveglio alle quattro di mattina circa, faccio per aprire gli occhi per vedere che ore fossero e noto che gli occhi si muovevano autonomamente da una parte all'altra; dopo poco però il tutto torna alla normalità.

Rispondendo alla sua domanda, da piccolo, precisamente a 9 mesi, ho avuto convulsioni per febbre alta. Per quanto riguarda invece gli esami che consiglia di fare, ho gia fatto un eco doppler (non color...) dei tronchi sovraortici (non so però se sono proprio quelli che mi ha consigliato, ovvero dei vasi cerebro afferenti) prescrittomi dal medico curante per un problema visivo all'occhio sinistro (disturbo visivo che mi accompagna oramai da molto tempo). In dettaglio, l'esito dice "profilo ecografico intimale dei distretti carotidei regolare (IMT= 0,6 mm) in assenza di lesioni critiche parietali. Arterie succlavie e vertebrali regolari per morfologia e flusso."
Aggiungo che, quando feci questo esame, ancora non avevo i problemi di cui sopra, quindi non so se rifarlo, semmai color insieme all'holter che invece non ho mai fatto.

infine, aggiungo anche che, prima di perdere coscienza, ho avuto un fortissimo capogiro. Fortissimo capogiro che ho anche avvertito le volte precedenti l'episodio in cui sono svenuto, mentre facevo lo shampoo nella stessa posizione (però non è sempre stato così, nel senso che io lo shampoo, sin da quando sono piccolo, lo faccio in quella posizione; quindi diciamo che l'insorgere di questi capogiri mentre faccio lo shampoo in quella posizione, potrebbero coincidere con l'inizio di questi risvegli notturni), anche se poi fortunatamente, in quelle occasioni non ho perso coscienza.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
se l episodio dimoerdita di coscienza è durato due
minuti è altamente improbabile che sia su base aritmica
consiglierei una visita neurologica
per escludere che siamo episodi di "assenze" tipiche del piccolo
male.
ne parli col suo medico
arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 338XXX

come scritto, l'episodio di perdita di coscienza è durato circa un secondo. Credo di aver ripreso coscienza con l'impatto, tant'è che mia madre, spaventata per il rumore, è accorsa subito in bagno trovandomi inginocchiato fuori vasca e con testa e arti superiori all'interno della vasca, cosciente anche se impossibilitato a muovermi. Secondo me, ho sbagliato ad andare in guardia medica, dovevo recarmi in ps, ma ormai, il "danno" è fatto. Tuttavia, ciò che più mi abbatte ora è il non sapere cosa fare e come muovermi. Il mio medico curante, come scritto, non sapendo per quale motivo ho perso coscienza, si è limitato a consigliarmi di non farmi più lo shampoo in quella posizione. Quindi ora come ora non so da chi recarmi o quali esami sostenere, non dico per risolvere tutti i miei problemi (anche se influenzano pesantemente la mia vita, sto imparando a conviverci in pratica) quanto per capire la causa che ha provocato e che potrebbe ri-provocare la perdita di coscienza (son sicuro infatti che se adesso andassi a farmi lo shampoo in quella posizione, perderei di nuovo coscienza, ma logicamente, per paura non lo faccio).
Quindi, ricapitolando, mi coniglia di fare l'holter e una visita neurologica. Perdoni la mia ripetitività ma non so a chi rivolgermi...
Grazie.

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
mi pare di essere stato chiaro
consiglierei un holter ed una visita neurologica per valutare la opportunità di ulteriori esami neurologici
arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza