Utente 994XXX
Salve a tutti.Pochi giorni fa ho effettuato una risonanza magnetica alla spalla destra,in quanto dal meso di Novembre 2008 soffro di dolori su più punti dell'articolazione,e nel periodo di maggior intensità anche nel gomito.Il referto che mi è stato dato è il seguente :"Il tendine del sovraspinato presenta segnale disomogeneo per tendinosi.Non si osservano lesioni focali o soluzioni di continuo nel sottospinao e negli altri tendini della cuffia dei rotatori.Normale per sede e morfologia il tendine del capo lungo del bicipite.Non sono evidenti lesioni del cercine glenoideo".
Un fisioterapista al quale ho fatto leggere il referto mi ha detto che sembra sia la sindrome da impingement.
Non conosco il motivo scatenante,in quanto faccio molta attivita fisica,principalmente basket e palestra e non ricordo la prima volta in cui ho avvertito il dolore,anche perchè inizialmente lo sottovalutai e continuai ad allenarmici sopra. Oltre al forzato riposo,nel mese di dicembre feci anche un'infiltrazione (di cui purtroppo non ricordo il principio attivo oltre al cortisone),che non mi fece ottenere gli effetti sperati,e non volli farne una seconda per evitare implicazioni future. Quello che vorrei sapere è se è possibile risolvere il problema attraverso la sola fisioterapia (e quale tipo sia più consigliabile tra le tante) o potrebbe essere necessaria anche una terapia tramite medicinali,credendo comunque di poter escludere l'operazione in quanto non sono state riscontrate lesioni.
Inoltre vorrei sapere quali movimenti dell'attivita sportiva che pratico potrebbero causare maggiori danni al mio problema,in modo tale da poterli eliminare,ove possibile o correggerli.
Ringraziando anticipatamente per la vostra disponibilità e per le eventuali risposte,distinti saluti
Roberto

[#1]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
12% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Egr. sig. Roberto, anzitutto è importante che si faccia una diagnosi chiara e netta.
Pertanto una consulenza specialistca ortopedica mi sembra d'obbligo, in quanto l'ortopedico è lo specialista specifico del settore.
Poi fatta la diagnosi si valuterà cosa fare e che protocollo terapeutico eseguire.
Se è una sindrome da conflitto o " da impingement " o se è una periartrite scapolo omerale o se è una tendinosi del sovraspinoso o se è altro ancora.
Non serve leggere un referto, bisogna fare i test clinici della spalla, l'esame clinico obiettivo e saper valutare le radiografie e la rmn o l'ecografia.
Quindi approntare un piano idoneo di terapia farmacologica e di fisiochinesiterapia specifica e completa, affidandosi anche allo specialista Fisiatra che poi demanderà il fisioterapista all'eventuale messa in esecuzione del programma terapeutico.
Saluti cordiali


Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2] dopo  
Utente 994XXX

Salve.Dopo aver consultato l'ortopedico e un fisioterapista ho iniziato come da loro indicazione l'ipertermia. Successivamente per caso ho parlato con un altro ortopedico,che ha sollevato dei dubbi sulla possibile ripresa delle attività sportive da me praticate se la fisioterapia andasse a buon fine,in quanto essa servirebbe principalmente a far scomparire il dolore e sfiammare il tendine, mentre il mio problema sarebbe causato appunto dalla lassità tendinea,che potrebbe causarmi qualora riprendessi con l'attività,anche la rottura.Vorrei sapere se ci sono altre possibilità facendo ovviamente le analisi del caso,per poter comunque riprendere l'attività sportiva vista comunque la mia "giovane" età,o in alternativa quali attività sarebbe meglio evitare.Grazie ancora per la disponibilità,saluti