Utente
Salve,
è da qualche tempo (venti giorni)che soffro di disturbi diffusi e ingravescenti che mi hanno costretto ad effettuare controlli ospedalieri. Durante un periodo di stress psicofisico, ho iniziato ad avvertire astenia,sonnolenza,mialgia accompagnati da lieve calo ponderale, che hanno iniziato ad acuirsi, anche in seguito a recupero, e sono stati accompagnati da sgradevoli sensazioni di scosse elettriche e tremori lungo gli arti, una costante cefalea(dolore sordo,non insopportabile), ed episodi di tachicardia. Con il passare del tempo, sono insorti dolori in altre zone del corpo: un dolore al collo, ai lati della cartilagine tiroidea, e fitte al mesogastrio irradiate all'ipocondrio destro, accompagnati da dispnea. Inoltre durante una visita sono state rilevate tumefazioni linfonodali a livello inguinale e retroauricolare(mobili sui piani profondi)e un ingrossamento delle tonsille palatine. Questo in particolar modo permane da ormai 6-7 mesi, da quando nel periodo di dicembre ho avuto due episodi di infiammazione delle tonsille con febbre alta e malessere a distanza di una settimana l'uno dall'altro, mai chiariti. In quel periodo ho effettuato il monotest, risulato negativo.
Attualmemte ho effettuato degli ulteriori controlli, che non hanno rilevato niente: purtroppo non ne dispongo attualmente, ma ricordo che i valori emocromocitometrici erano normali, fatta eccezione che per un leggermente basso MCV e MCH che da sempre mi accompagnano. L'elettroforesi sierica non ha riscontrato anomalie, fatta eccezione che per un valore lievemente elevato di alfa1 proteine. le restanti proteine della risposta infiammatoria erano nella norma, come anche la VES. Ho effettuato anche test per rilevare anomalie nella funzionalità tiroidea, e test per anti-hiv, monotest, antiCMV,senza risultati positivi.
Infine specifico che ultimamente, dopo episodi diarroici frequenti nell'ultimo mese(necessità di andare in bagno anche 5-6 volte al giorno a intervalli irregolari) ho alvo chiuso, e difficoltà ad andare in bagno anche una sola volta al giorno.
Che altri esami specialistici potrei fare?in particolare, verso che tipi di controlli sistemici mi potrei indirizzare?
RingraziandoVi anticipatamente per l'interessamento, attendo una vostra risposta.
Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Giovanni Testa

20% attività
0% attualità
0% socialità
()

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2004
G.ma utente,
per quanto riguarda l'alvo lo si potrebbe imputare alla condizione ansiosa (colon irritabile), mentre per ora darei più importanza ai linfonodi, magari con un'ecografia...
Mi faccia sapere

[#2] dopo  
Utente
Ringraziandola per l'interessamento le comunico che ho effettuato effettivamente un ecografia addominale, che non ha rilevato niente, oltre a un rx toracica della quale non ho più avuto notizie. il medico che mi segue ha peraltro assicurato che essendo i linfonodi mobili sui piani profondi, non costituiscono motivo di preoccupazione, anche se particolarmente ingrossati. il malessere però persiste.
cordialmente, R.Piredda

[#3]  
Dr. Giovanni Testa

20% attività
0% attualità
0% socialità
()

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2004
...ecografia addominale va bene, ma dicevo un'ecografia linfonodale (linfonodi ingrossati). Presumibilmente saranno solo di natura infiammatoria e si ridurranno con dei semplici anti-infiammatori, anche paracetamolo. Si informi sull'esito ell'rx.
Cordiali Saluti e faccia sapere