Utente
Gentili dottori, circa una settimana fa ho cominciato a soffrire di alcuni sintomi, piuttosto comuni a molte malattie, che mi porto tutt'ora, a distanza di una settimana e più, dietro.
La cosa è cominciata con nausea, mancanza di appetito e di tanto in tanto mal di testa. Quando dovevo mangiare mi si chiudeva lo stomaco e non riuscivo più a mandare giù niente.
La cosa strana è che questi sintomi compaiono ogni tanto e durano un po' di tempo (per esempio oggi pomeriggio sono andato a dormire dopo aver mangiato poco perché stavo male e subito dopo stavo bene, tanto che ho mangiato con piacere).
Preoccupato ieri mattina sono andato dal medico che mi ha detto ciò che comunque mi aspettavo, i sintomi sono troppo generici, non si può diagnosticare niente. Mi ha però chiesto cosa è successo quando i sintomi sono cominciati; gli ho detto che non penso di essermi intossicato con qualche cibo avariato perché comunque non ero andato fuori a mangiare.

Mi ha prescitto un esame del sangue. Fra le cose prescitte c'era: glicemia, azotemia, bilirubina, epatite A, B e C, enzimi del fegato (ricordo aspartato transaminasi e un altro enzima agente su un altro aminoacido di cui non ricordo il nome), amilasi e via dicendo.

Da questo io penso che lui sospetti che possa essere stato intossicato da qualcosa o che comunque il fegato non funzioni adeguatamente.
Per ora mangio in bianco e in modo leggero e prendo 15 gocce di Novalgina se ho mal di testa (come mi ha prescritto il medico). Le analisi le ritiro il 3 giugno (!!!), intanto non saprei cosa fare, la mia paura è quella di non mangiare e di dimagrire.

Comunque vorrei chiedervi se una sintomatologia del genere è compatibile con un'infezione al fegato o comunque una sua disfunzione. Purtroppo in rete non trovo molto.

Grazie mille in anticipo.

[#1]  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Salve, la sua sintomatologia è compatibile con una miriade di situazioni. Da qualche parte si deve iniziare per cui ha fatto bene il suo Curante a prescriverle un primo controllo generale con degli esami di laboratorio che guardino all'assetto ematico, alla funzionalità renale e ovviamente a quella epatica. Con un approfondimento anche per le epatiti. Tuttavia noto come siano stati chiesti anche marker per l'epatite B che per la sua età rientra nelle vaccinazioni infantili obbligatorie. Quindi sappia che molto probabilmente trovera gli anticorpi HBV-ab: positivi. Per il fegato sono state chieste le due transaminasi AST/ALT. Una sintomatologia "dispeptica" come la sua può trovare cause "anche" in problemi epatici non necessariamente gravi.
saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore, la tengo aggiornata nel caso in cui ci siano novità. Intanto oggi sto molto meglio, probabilmente non era nulla.

Grazie ancora!

[#3] dopo  
Utente
Salve dottore, come promesso mi faccio risentire.
Ho fatto le analisi e i risultati sono arrivati oggi. Sono positivo al virus della mononucleosi ma ho già iniziato a sviluppare gli anticorpi (le analisi le ho fatte il 26 Maggio, i sintomi erano cominciati circa una settimana prima, per l'esattezza il 17-18 Maggio).
E' una forma lieve, difatti non ho sviluppato la febbre. Su Wikipedia leggo che >90% delle persone sviluppa febbre, linfonodi ingrossati, ecc...
Se non altro sono un po' fuori dal comune :)

Comunque adesso va molto meglio ma ci sono stati giorni in cui sono stato malissimo e mangiavo poco o nulla.
Grazie per il consulto!

Edit: Volevo chiedere altre due cose. Io ho diarrea da un bel po' ormai e anche mangiando in bianco non cambia molto. Questo disturbo è dovuto al fegato che non lavora bene a causa del virus? E' possibile?

Ultimissima cosa poi la smetto. Ho l'amilasi pancreatica un po' bassa (11 e il valore medio è 13-53), lo avevo notato anche in un'altra analisi ma non mi dissero nulla, da cosa può dipendere?
Poi ho la bilirubina totale a 2,40 (valore medio < 1,20) e quella diretta a 0,30 (valore medio < 0,20), mi hanno detto che è una cosa genetica (infatti anche mia cugina ce l'ha alta normalmente), e che non è un problema, mi conferma?

Grazie mille, scusi/scusate per le mille domande.

[#4]  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Buongiorno, se la cava con poco quindi... ^__^.
Effettivamente di solito la mononucleosi si manifesta con faringiti, febbre e linfoghiandole latero cervicali tumefatte e dolenti, vi è un interessamento epatico con epatomegalia e innalzamento delle transaminasi(che lei ha fatto ma di cui non indica i valori) e splenomegalia (milza ingrossata).
Dunque per l'amilasemia bassa, nessun problema.
Per l'iperbilirubinemia, immagino che sia prevalentemente "indiretta" (2.1?) quindi, dato che probabilmente si lega sì ad una componente genetica benigna generalmente manifestantesi nel secondo decennio di vita, come nel Gilbert (più frequente). Probabilmente però in questo caso il dato è falsato (per eccesso) dall'attuale stato infettivo.
Utile un controllo tra uno/due mesi per vedere se è lo stesso.
Per la diarrea persistente intende un numero di scariche eccessive nella giornata o solo feci non formate? Il colore?
Non mi sembra vi possa essere correlazione con la mononucleosi però dovrebbe eventualmente parlarne col suo curante per valutare se effettuare una coprocoltura o trattarla sempicemente con antidiarroici (ha fatto degli antibiotici?)
saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#5] dopo  
Utente
Salve dottore, grazie per la risposta.
Le transaminasi effettivamente non le indica come alterate (non so quale sia il valore ma gli unici ad essere alterati sono la bilirubina e l'amilasi, poi mi indica che ho questo virus di Epstein Barr).
Ho trovato delle vecchie analisi di quasi 2 anni fa, la bilirubina totale me la indica a 1,59, è lì che mi dissero che ho la sindrome di Gilbert, non mi ricordavo più il nome.

Per quanto riguarda la diarrea, non vado al bagno molte volte ma sì, sono non formate, il colore in genere è normale, forse un po' più scuro del solito.

Gli antibiotici non li ho presi, intanto lunedì sento che mi dice il mio medico poi eventualmente mi faccio risentire.

Grazie!!

[#6]  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Probabilmente sarà da ricostituire un po di flora batterica intestinale alterata... Saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#7] dopo  
Utente
Salve di nuovo dottore. Sono quasi sfinito da questa cosa. Se non altro però abbiamo scoperto che cos'è. Prima di tutto le dico che i medici a cui mi ero precedentemente rivolto, hanno sbagliato completamente la diagnosi.
La mononucleosi è già passata e chissà quando l'ho avuta, ma c'è di più, mi avevano detto che stavo così male a causa della bilirubina alta (io "soffro" della sindrome di Gilbert) e mi hanno inviato da un gastroenterologo.
Il gastroenterologo ha sbarrato gli occhi quando gli ho detto che secondo il mio medico stavo male a causa del Gilbert. Il Gilbert, parole sue, è asintomatico, tuttalpiù la sclere degli occhi si colora di giallo e se si va oltre i 4-5 mg/l allora non è Gilbert ma c'è qualcos'altro. Comunque fortunatamente non mi riguarda.

Mi ha detto che molto probabilmente è una gastroenterite e mi ha detto di fare la coprocoltura. Intanto che aspetto le analisi mi ha detto di prendere (dopo il prelievo delle feci) un disinfettante, il Normix, due pasticche la mattina e due la sera per 4 giorni. Dopo questo genocidio di batteri dovrei reintegrare la flora con dei fermenti.

Intanto le dico che sto meglio ma l'appetito va e viene, se non altro oggi a pranzo ho mangiato meglio. Ero comunque arrivato al limite di sopportazione, non dormivo più la notte e mi alzavo stanco, come se avessi preso una botta in testa.
La terrò aggiornata e spero che tutto si concluda presto!

[#8]  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Toh! Coprocoltura? Fermenti lattici per ricostituire la flora? l'ho già sentita...! ^__^
Certo che si concuderà tutto presto. saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#9] dopo  
Utente
Ormai prendo Normix da 4 giorni e ho interrotto l'assunzione del farmaco come mi ha prescritto il gastroenterologo. Intanto sto ancora male, ho fastidio allo stomaco e all'intestino e in generale ho sempre poco appetito.
Sto aspettando i risultati della coprocoltura (che arrivano il 19.

Ma è possibile che ci siano batteri così resistenti anche al Normix?

[#10]  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Esistono antibiotici di più incisiva attività. Aspettiamo la coprocoltura allora.
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO