Utente
Gentili Dottori,
a seguito di un periodo di fortissimo stress e di frequenti attacchi di panico accompagnati talvolta da vertigini, ho deciso di fare le analisi complete.

Gli unici valori che si discostano da quelli normali sono il colesterolo alto (250), le sieroproteine gamma (21 su un max di 20) e i valori della bilirubina (1,6 totale, 0,4 diretta e 1,20 indiretta).
Il medico mi ha detto che questi dati sono correlati tra loro e basterebbe un periodo di dieta equilibrata e meno stress.

Voi cosa ne pensate?

[#1]  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
MONTEPULCIANO (SI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Siamo d'accordo. alla sua età 250 di colesterolo non è accettabile. Quindi dieta alimentare apposita che il suo medico dovrebbe averle già dato. Gli altri dati non sono al momento particolarmente rilevanti, quella bilirubina indiretta potrebbe essere un innocuo Gilbert. Merita però di essere ricontrollata tra qualche tempo. Dopo la dieta...! Saluti

La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
in merito alla dieta, il mio medico, in considerazione del fatto che non sono una persona che mangia grassi particolari o in modo particolarmente scorretto, mi ha suggerito sì di limitare alcuni cibi ma di non imporre una vera e propria dieta, in quanto i valori potrebbero essere stati influenzati dalla forte ansia, nervosismo e stress che sto vivendo negli ultimi mesi, associati all'interruzione dell'attività fisica, e una dieta particolarmente ferrea sarebbe un ulteriore elemento di stress per l'organismo.

In realtà, le dico, sono una persona particolarmente ipocondriaca, e proprio per questo sono stato in cura con zoloft fino a circa 8 mesi fa. Dopodichè ho cominciato a lavorare e lo stress è aumentato tantissimo, come ansia, attacchi di panico, nervosismo e altri sintomi, forse correlati agli stati ansiosi, come difficoltà digestive e vertigini.
Questo mi ha spinto ad effettuare le analisi, che, alla lettura dei dati della bilirubina mi hanno fatto ricadere nel vortice, pensando di avere un tumore al fegato o cose del genere.
Il medico di base mi ha detto in merito che gli altri valori (maggiormente rilevanti per il funzionamento del fegato) come GOT/AST (19) e GPT/ALT (28) sono perfetti e quindi devo stare tranquillo, cosigliandomi di rivolgermi eventualmente ad uno psicologo.

Crede anche lei che sia il caso?
E ritiene che il valore alto del colesterolo possa essere effettivamente ascrivibile ad un periodo "particolare" della mia vita?

La ringrazio molto

[#3]  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
MONTEPULCIANO (SI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Buongiorno, per dieta non intendo una ipocalorica, ma la regolare alimentazione controllata però nella assunzione di cibi ricchi di colesterolo e grassi saturi.
Ho letto anche il suo post precedente "Sintomi fisici da stress e ansia?" e immagino (azzardo) che rimanere fuori casa dalle 8 alle 20 comporti inevitabilmente la possibilità di fare prenzo dove capiti o in mensa quindi con un certo tipo di alimentazione. Magari può provare ad utilizzare anche degli Omega 3 ad integrazione.
Non sono d'accordo sulla cessazione di qualsiasi attività fisica. Anche modesta un po di sport, con moderazione, può esser fatto proprio perchè contribuisce a tener controllata la dislipidemia (colesterolo), soprattutto se il suo lavoro si presenta sedentario oltre al benessere psichico che comporta. Ripeto in questa fase con moderazione. Ovviamente concordo sulla opportunità di un consulto psicologico.
Non presenta dati che possano ricondurre alla patologia che teme assolutamente, per questo stia tranquillo.
Saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#4] dopo  
Utente
Gentile Dottore buongiorno,
innanzitutto la ringrazio per la risposta.
Quanto alla "dieta" ovviamente ho già iniziato ad eliminare/limitare determinati cibi. E' vero che a pranzo sono costretto a consumare pasti fuori casa, e spesso anche a cena non avendo molto tempo per poter preparare qualcosa. Aggiungo che in famiglia anche a mia madre, che non può mangiare nessun derivato del latte e segue un'alimentazione molto salutare, è risultato il colesterolo a 220. Quindi forse anche un fattore genetico potrebbe influire...
Presto provvederò comunque a contattare uno specialista per l'altro tipo di problema che ho.

Un'ultima domanda:
ritiene che l'eccessivo stress, ansia, tensione e attacchi di panico abbiano potuto contribuire a questa situazione di valori sballati? (anche il giorno stesso delle analisi avevo, come si dice "il cuore a mille" e tanta tensione proprio per paura dei risultati)
E, da quando un paio di settimane fa ho avvertito un senso di vertigini, mancamento associato a forte ansia e tensione, a volte queste vertigini ritornano, accompagnati da stanchezza e bruciore agli occhi. E' anche questo collegabile ai miei valori oppure è piuttosto da ascrivere alla sfera 'psicologica'?

Grazie infinite

[#5]  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
MONTEPULCIANO (SI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Buongiorno, io sinceramente ritengo di no.
Per l'ipercolesterolemia, vi è un fattore ANCHE familiare predisponente. Gli altri dati sinceramente non li vedo affatto "sballati". La Bilirubina indiretta come già detto può essere sintomo di un Gilbert innocuo. le gamma globuline sinceramente sono nella norma (almeno per ora). Per l'altra sintomatologia che mi descrive ora è verosimile la componente stressogena anche se il bruciore agli occhi e la stanchezza danno sentore che possa utilizzare molto il pc (per lavoro?).
legga anche questo:
https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/57-la-sindrome-di-gilbert.html
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#6] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
a distanza di 14 giorni esatti ho ripetuto le analisi: la bilirubina è rientrata nella norma e il colesterolo totale è sceso da 250 a 170.
Sono stato attento nell'alimentazione, questo si, ma è possibile che sia diminuito di così tanto in 2 settimane? Preciso che in queste due settimane sono riuscito ad eliminare stati ansiosi e nervosismo, semmai questo abbia potuto influire...

Grazie

Cordiali saluti

[#7]  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
MONTEPULCIANO (SI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Buonasera, certo! la dieta controllata soprattutto è stata più che sufficiente. Magari la riduzione dello stress le ha fatto rientrare la Bilirubina indiretta (che in tutti i Gilbert, cala quando non più sottoposti a stress.)
Cordiali saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO