Libido

Buongiorno cari dottori! Scrivo in questa sezione poiché le cause di questo problema sono piuttosto vaghe, piu che indirizzate verso una specialità precisa. Ho un dubbio e non c'é nulla di meglio che questo sito per trovare dei chiarimenti. Mi sembra ultimamente di avere un calo della libido. Non ci sono problemi nell'erezione, solamente nella libido! Le domande sono due: inanzitutto vorrei sapere da voi le possibili cause di questo calo. Di solito quali sono? Intensa attività fisica e stress sono nell'elenco? Per quanto riguarda alcol e sigarette, bevo occasionalmente nel week end e sto riducendo le sigarette a 5-6 al giorno. Se effettivamente ho un calo o comunque un livello basso della libido, e la causa non é psicologica, a quale medico dovrei rivolgermi?
Se invece la causa fosse psicologica ( mi riferisco specialmente allo stress ), consigliate la consultazione da uno psicologo? Vi ringrazio infinitamente per la vostra attenzione! Buona giornata!
[#1]
Attivo dal 2010 al 2011
Medico di medicina generale, Medico di base, Pneumologo, Psicoterapeuta
Gent.mo Utente,

Le cause diquanto Lei espone possono essere molteplici e ramificate e non sempre un calo della libido costituisce un elemento patologico se non persistente e apparentemente immotivato.

Al di là del versante psicologico (che comunque indagherei), sono indicati un esame fisico delle gonadi, della tiroide e di tutta la situazione generale. Naturalmente, come Lei immagina, sembra giocare una parte importante anche lo stress e questo non sorprende, anche se le situazioni fortemente stressanti possono, paradossalmente, addirittura innescare una risposta più forte (in Psicologia tutto e il contrario di tutto possono avere lo stesso significato).

In linea di massima, io esplorerei tutto l'asse endocrino con, in prima battuta, TSH, FT4, DHEAS, Testosterone, Urine completo, Emocromo, Sodio, Potassio, Cortisolemia basale. Se tutto normale, passerei a un colloquio psicodagnostico.

Esistono anche dei farmaci che influiscono sulla libido ma, dal momento che non menziona alcuna terapia, suppongo che non ne faccia uso.

In bocca al lupo
[#2]
dopo
Utente
Utente
Ottimo, dunque per scrupolo lei mi consiglia di fare degli esami! Posso andare direttamente a chiedere questi esami oppure sarebbe il caso di passare da un medico generale o un endocrinologo? Grazie per la risposta e per l'attenzione!
[#3]
Attivo dal 2010 al 2011
Medico di medicina generale, Medico di base, Pneumologo, Psicoterapeuta
Gent.mo Utente:

Ogni volta che io mi permetto di consigliare qualcosa, il mio primo suggerimento è sempre: consulti prima il Suo Medico di Medicina Generale che è la persona che La dovrebbe conoscere meglio. Se il Collega condivide la mia valutazione, con tutti i limiti che una valutazione a distanza ha, ricordi sempre che nessun medico ama ricevere ordini. A nessun ingegnere viene ordinato come costruire le case. Se a me venisse portata una lista di esami io risponderei: "Sono io che decido, assieme a Lei, se si debbano fare esami e quali. Parliamo".

Il passaggio diretto a uno Specialista privato è un'abitudine tutta italiana che causa moltissimi danni economici e peggiori. Sempre, sempre, sempre chiedere prima consiglio al proprio medico di fiducia.

Saluti e auguri.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Capisco... allora mi rivolgero ad un medico generale, poiché vivo all'estero e il mio medico di base non potrebbe vedermi! Grazie mille per l'attenzione e per il consulto! Buona serata!
[#5]
dopo
Utente
Utente
Caro dottore, non ho neanche avuto il tempo di prendere un appuntamento da un medico generale che il mio problema é passato!Fortunatamente si trattava solo di un calo passeggero, probabilmente legato allo stress! Ci tenevo ad informarla! La ringrazio per il consulto e le auguro una buona giornata!
[#6]
Attivo dal 2010 al 2011
Medico di medicina generale, Medico di base, Pneumologo, Psicoterapeuta
Gent.mo Utente.

E' una situazione che si verifica piuttosto spesso. Sono lieto che ne sia uscito brillantemente.

Auguri e saluti :)

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa