Utente
Salve,
Sono una ragazza di 19 anni.Da qualche giorno ho mal di testa che vanno e vengono,forti o meno forti.Ieri sera accusavo un dolore alla tempia sinistra,e mi sentivo stanca infatti sono andata a dormire presto.Stamattina,infatti, mi sono svegliata perchè sentivo come se qualcosa mi desse fastidio e quindi sentivo il dolore alla tempia.Passandoci la mano ho visto che si è gonfiato e mi fa male.Nel giro di qualche ora si è gonfiano ancora un pò,ed adesso ho un mal di testa forte ma strano,nel senso che sento la testa molto pesante e mi fa male tutta la parte davanti fino alla tempia destra,e mi sento stanca.E'come se avessi sbattuto la testa,ma non è successo.perchè ieri già avevo avvertito un dolore e si è gonfiato durante la notte.Cosa potrebbe essere?Non è che si gonfia ulteriormente?Come potrei far passare questo mal di testa forte?Grazie in anticipo

[#1]  
Attivo dal 2010 al 2011
Gent.ma Utente,

temo che senza un esame diretto, non sia possibile darLe alcuna indicazione attendibile.

Saluti.

[#2] dopo  
Utente
Salve,vi rispondo per darle qualche informazione..Sono stata buttata negli ospedali in questi giorni.Fatte tante analisi ed accertamenti.Comunque sommando tutto- ferro ed emoglobina bassi.Dalla tac non è uscito niente.Facendo una visita dal neurologo che è durata 5 minuti(!!!!) senza chiedermi più di tanto mi ha detto che ho emicranea cronica e mi ha prescritto Toliman (8gocce ogni sera per 2 mesi) e nel caso mi fa male la testa Difmetrè (effervescenti) e quindi quest'ultimo lo prendo ogni giorno.Adesso le chiedo in base a cosa ha fatto questa diagosi?cioè mi ha detto che devo imparare a soppravvivere con il mio mal di testa..come si fa?Lui ha detto che queste gocce dovrebbero far riderre la frequenza del mal di testa...Ma è vero? la ringrazio

[#3]  
Attivo dal 2010 al 2011
Gent.ma Utente,

Difficile essere dentro la testa del Collega Neurologo. E' però anche vero che spesso con alcune domande mirate (anche se a volte possono sembrare strane) si inquadra la cefalea nel giusto gruppo. La mia opinione personale, però, è che si debba sempre "mettere le mani addosso" al Paziente, perché sono lo strumento più a buon mercato disponibile e quello che spesso ci riporta sulla retta via quando abbiamo idee di altro tipo. Saper porgere la risposta al Paziente, però, è tutt'altro paio di maniche e non è un requisito secondario, almeno così credo io.

Se la diagnosi di emicrania è corretta, questa si giova solitamente di farmaci del gruppo degli antiepilettici, dei triptani e dei beta-bloccanti, con possibile necessità di profilassi in caso di attacchi ripetuti (se ben ricordo oltre quattro al mese) con Carbamazepina o il vecchio Pizotifene. Secondo la mia esperienza non sono farmaci troppo difficili da usare e sono abituato a trattare queste forme io stesso in ambito Medico Generale. Continuo a chiedermi se sia stato consultato il Medico di Medicina Generale prima del Neurologo. Sempre partendo dal presupposto che il MMG sia familiare con la gestione delle cefalee.

[#4] dopo  
Utente
Praticamente soffro del mal di testa da parecchi anni,ho fatto presenta questa cosa anni fa e nell'ospedale mi è stato detto che è dovuto al ferro basso ke ho da sempre.E il dottore continuava a darmi le gocce per farlo alzare..ma ciò non è cambiato,non riuscivo a digerire.la cura è stata cambiata più volte ma nessun effetto...poi ho avuto altri problemi,ho la gastrite dovuto al riflusso gastrico e mi è stato detto ke il mal di testa sarà dovuto a questo.Poi per qualche tempo non accusavo più dolore.Adesso da 2 anni ne soffro veramete tanto ed è insopporatbile.Ero andata dal mio dottore ma non sapeva cosa consigliarmi,voleva insistere sempre con le gocce,e io mi ero scocciata.Prendevo delle medicine che ho comprato in ucraina per il mal di test,ke mi facevano alleviare il dolore.dopo un pò ho aumentato le dosi (2 pillole) e il mal di testa passava.Solo che adesso mi ritrovo con il mal di testa fortissimo e le pillole non mi fanno più effetto...Tanto dolore da portarmi all'ospedale al pronto soccorso..dopo ore di attesa e niente cuse in 1 settimana...giorni di dolori sono andata da questo neurologo.Mi ha visto i riflessi sui gomiti e ginocchia,ha guardato velocemente i fogli del pronto soccorso,mi ha fatto kiudere gli occhi ed allungare le mani,ma non ha proprio preso in considerazione il fatto che avessi la tempia gonfia.gliel'avevo detto.e non ha fatto tante domande sul mio mal di testa...non so se crederci..visto le fregature in passato.Adesso da 1 settimana sto prendendo queste gocce e purtroppo anke le pillole effervescenti,che il mio mal di testa è riccorrente ogni giorno,ed è insopportabile...Spero che non mi riviene il giorno dopo,ma non è così..la pillola fa effetto solo per un pò.

[#5]  
Attivo dal 2010 al 2011
Gent.ma Utente:

- Quando si presenta un quadro di anemia cronica, oltee che rimpiazzare il ferro, sarebbe buona norma scoprire a cosa sia dovuto, se da aumentata perdita, alterata incorporazione della sintesi dell'Emoglobina o diminuita sintesi. In casi come questi, in genere, è saggio eseguire una volta una RM dell'encefalo e un Doppler transcranico in modo da escludere una volta per tutte altre cause.
- Interrompere una terapia consigliata dal proprio medico perche "ci si è scocciati" e aspettarsi che le cose cambino non è razionale e altrettanto poco razionale è il voler cambiare una terapia perché poco gradita perché non si tratta del gusto di un gelato ma di una terapia e, come tale, è stata pensata e calibrata addosso al Paziente. Se un mio Paziente mi rispondesse che non vuole fare una terapia, io mi accerterei che avesse capito e poi gli augurerei di guarire da solo perché non l'ho progettato io e non è colpa mia se le cose funzionano così: la terapia non si sceglie come il colore di un vestito.
- Estremamente irrazionale e pericoloso è il fai da te con le "pillole comprate in Ucraina" perché le cefalee hanno genesi diverse e devono essere trattate in modo diverso a seconda delle loro componenti. Tutte le medicine hanno effetti collaterali e se non si conosce bene il loro meccanismo d'azione si fanno, in genere, dei guai piuttosto gravi. Non basta usare un antidolorifico, anzi, molti antidolorifici necessitano di dosaggi particolari e pochi di quelli comuni funzionano sulle cefalee.
Infine, come Le ho già scritto in precedenza, non sono in grado di pronunciarmi sulla tempia gonfia perché non l'ho potuta esaminare.

Auguri.

[#6] dopo  
Utente
La ringrazio molto per la disponibilità e della pazienza.Ho fatto un guaio...anzi i guai!Ma purtroppo nella mia zona ci sono i medici molto incompetenti nel loro lavoro,sembra che la laurea e la specializzazione l'avessero trovate negli ovetti kinder o con i punti del latte.Non voglio fare di tutt'erba un fascio,ma ho avuto tante fregature,che non sto qui ad elencare,ed adesso mi viene un pò difficile fidarmi...Mi ritrovo al punto che sto davvero male,ho un mal di testa continuo da più di 3 settimane e prendo ogni giorno le pillole che mi ha prescritt il dottore (ha detto di prenderlo SOLO quando h dolore,e praticamente ogni giorno)e mi rendo conto che ho avuto un pò di perdita della memoria...mi dimentico ogni cosa,anche le parole di uso quotidiano.ci devo pensare per un pò per ricordarmi una parola semplice,e non riesco a memorizzare niente.Questa cosa mi preoccupa molto.Purtroppo non ho fatto presente questa cosa al dottore in quanto me ne sono dimenticata (come ho detto prima,anche le cose importanti mi dimentico)..Cercherò di poter avere un altro appuntamento con un altro dottore in un centro specialistico per chiarire queste cose.Mi potrebbe consigliare qualcosa,o mi saprebbe dire qualcosa riguardo alla memoria "corta"?
Grazie ancora

[#7] dopo  
Utente
La ringrazio molto per la disponibilità e della pazienza.Ho fatto un guaio...anzi i guai!Ma purtroppo nella mia zona ci sono i medici molto incompetenti nel loro lavoro,sembra che la laurea e la specializzazione l'avessero trovate negli ovetti kinder o con i punti del latte.Non voglio fare di tutt'erba un fascio,ma ho avuto tante fregature,che non sto qui ad elencare,ed adesso mi viene un pò difficile fidarmi...Mi ritrovo al punto che sto davvero male,ho un mal di testa continuo da più di 3 settimane e prendo ogni giorno le pillole che mi ha prescritt il dottore (ha detto di prenderlo SOLO quando h dolore,e praticamente ogni giorno)e mi rendo conto che ho avuto un pò di perdita della memoria...mi dimentico ogni cosa,anche le parole di uso quotidiano.ci devo pensare per un pò per ricordarmi una parola semplice,e non riesco a memorizzare niente.Questa cosa mi preoccupa molto.Purtroppo non ho fatto presente questa cosa al dottore in quanto me ne sono dimenticata (come ho detto prima,anche le cose importanti mi dimentico)..Cercherò di poter avere un altro appuntamento con un altro dottore in un centro specialistico per chiarire queste cose.Mi potrebbe consigliare qualcosa,o mi saprebbe dire qualcosa riguardo alla memoria "corta"?
Grazie ancora

[#8]  
Attivo dal 2010 al 2011
Gent.ma Utente,

Mentre potrebbe essere possibile che la "memoria corta" sia semplicemente espressione della mancanza di concentrazione seguente allo stress prolungato dei Suoi sintomi che non riescono a essere gestiti, credo di doverLe consigliare di proporre al Suo curante una RM encefalo. Si tratta di un esame che dovrebbe sempre essere proposto nelle cefalee resistenti a terapia o in quelle non facilmente inquadrabili nosologicamente.

A Roma, presso il Policlinico Umberto I, c'è un centro cefalee ma io non lo uso quasi mai proprio perché gestisco la maggior parte di questi problemi da solo senza richiedere consulenze neurologiche o di centri specialistici. Forse i Colleghi operanti nei dintorni di Latina o nel Lazio meridionale potrebbero aiutarci leggendo questo thread.

[#9] dopo  
Utente
Caro dottore..sono di nuovo io che le scrivo..le cose si stanno mettendo male...se prima prendevo difmetrè il mal di testa passava almeno per un pò,adesso non è piu così..passo notti insonni perchè non riesco a dormire per il dolore,non mi alzo dal letto.2 giorni fa sono stata 6 ore al pronto soccorso,mi hanno fatto 6 flebo tra cui antidolorifici e toradol(al quale sono uscita allergica),e altre cose...mi hanno mandato a casa.era mezzanotte del 27 e sono uscita alle 6 del mattino...ci sono ritornata il 28 alle 18 e dimessa a mezzanotte e mezza.sempre e solo le flebo con antidolorifici (solo ke adesso avevo anche un dolore forte al'intestino per i troppi farmaci),mi hanno fatto celestone,omeprazen,perfalgan,rilaten 2 flaconi da 250 cc,tranquirit 20 gocce...mi hanno di nuovo mandato a casa..non mangio quasi in queesti giorni e a fatica bevo,non m alzo dal letto perchè il mal di testa è insopportabile,talmente forte che ho voglia d spacarmi la testa...sono nel letto sotto le coperte ke nn m muovo,appena muovo la testa arriva la botta.per martedì 3 maggio sono riuscita a procurarmi una visita da 1 neurologo..ma nel frattempo cosa posso fare?sono davvero disperata perchè non ce la faccio piu..il dolore parte da dietro l'occhio destro e prende tutta la parte destra e fino alla fronte.sono pulsazioni,insopportabili....non mi fa effetto niente.aiutatemi... :'(

[#10]  
Attivo dal 2010 al 2011
Gent.ma Utente,

Mi dispiace davvero di leggere queste notizie. Continuo a pensare che avrebbe dovuto essere stata eseguita una RM encefalo. Se si tratta veramente solo di emicrania, e sembrerebbe così, ci sono degli altri farmaci che vengono usati in seconda e terza linea ma online non è possibile fare diagnosi né tanto meno somministrare o prescrivere terapie. Vorrei veramente poterLa aiutare ma da qui non posso.

[#11] dopo  
Utente
sono proprio disperata perchè non sopporto il dolore,è troppo forte!!mai avuto così forte,e nemmeno gli antidolorifici fanno effetto...spero che martedì mi facciano qualcosa.spero di resistere!non posso prendermi niente..secondo lei quali sono gli esami che dovrebbe prescrivermi questo neurologo?a parte la tac che ho fatto..come si fa a scpoprire che tipo di emicranea è?ci vuole tempo vero?...