Febbe continua da due mesi e mal di gola

Buongiorno,
sono la mamma di una ragazza di 17 anni che dal 15 novembre 2007 non ha mai meno di 37.5 di febbre. Inizialmente aveva 37.8 e 37.9 di temperatura ed un forte mal di gola.
Il medico di famiglia le aveva riscontrato: tonsille ipertrofiche (descriveva “due arance in gola”) e una tonsillite con ‘ghiandola satellite’ (che non so cosa sia) ingrossata; le venne prescritto immediatamente amoxicillina 1 g…..la febbre non se ne andò ma scese a 37.5, rimase il forte mal di gola e le tonsille grosse, ma scomparirono le placche.
Il medico le cambia l’antibiotico VECLAM 500g…idem con patate, le cambia l’antibiotico ERITROCINA 1 G ….idem con patate. In data 29/11/2007 tampone orofaringeo negativo (l’ha fatto mentre prendeva l’antibiotico quindi l’esito era compromesso).
Il dottore sospende tutto e prescrive solo tachipirina fino in data 11/12/2007 quando fa esami del sangue (emocromo, formula leucocitaria, ves, proteina C reattiva, taslo, cmv, ferro, urea, glucosio, creatinina, colesterolo totale, hdl, trigliceridi, acido urico, ast, alt, gamma gt, transaminasi, elettroforesi proteica) urine, tampone orofaringeo e lo stesso giorno dopo il prelievo inizia con il ROCEFIN , una iniezione al giorno per sei giorni, ma anche questa volta senza risultato tranne per il fatto che le è passato l’appetito ed è subentrata una ulteriore debolezza e il mal di stomaco.
Fine delle cure.
Non mi ricordo esattamente il momento ma ha preso Deflon 1 +1/2 cp a scalare per 1 settimana circa con omeprazolo.
Il risultato degli esami sono quelli di una persona perfettamente in salute…l’unica voce “fuori” è la TASLO: 565 (valori di rif.<200) , lei ha sempre la solita febbre e mal di gola.
Sospettando che avesse la mononucleosi o qualcosa del genere il 20/11/2007 di ns. iniziativa la portiamo dall’infettivologo che la visita accuratamente le trova un po’ di colite, peraltro giustificata dalla quantità di antibiotico che ha dovuto sorbirsi. Le consiglia un controllo ginecologico e visto l’esito degli esami (neanche molto completi) propone di assumere un atteggiamento di attesa fino agli inizi di Gennaio.
A Gennaio le cose rimangono invariate, tranne per il fatto che ora le fa male solo la tonsilla di destra.
Quindi il 4/1/2008 fa una serie di esami del sangue prescritti dall’infettivologo:
• emocromo,
• formula leuc.,
• elettrofloresi delle proteine,
• proteina c reattiva,
• fattore reumatoide,
• TAS,
• Toxoplasma IgG IgM,
• Epstein barr vca IgG ebna IgG ebv IgM,
• CMV IgG, IgM
• ANA,
• FT3, FT4, TSH, antic. anti tireoperossidasi, antic. antitireoglobulina,
• helicobacter pylori.

Dopo aver visto gli esiti degli esami a Gennaio riprende ad andare a scuola, la frequenta poco più di una settimana e il 14/1/2008 la febbre le sale a 38.3 38.6 e fino ad oggi non è mai scesa, con o senza la tachipirina. E’ più stanca del solito ed è aumentato il mal di gola, il medico curante le prescrive solo la tachipirina.
Il 18/1/2008 abbiamo avuto l’esito del prelievo, i valori fuori dai parametri, sono:
virus Epstein barr vca IgG > di 750
virus Epstein barr ebna IgG > di 600
virus Epstein barr ebv IgM < di 10 (valori di rif.<20 negativo)
TSH 7.65 (valori di rif.0.27 / 4.2)
Helicobacter Pylori 2.62 (valori di rif. >1 positivo)
Secondo il medico questi esiti confermano il suo sospetto e cioè che mia figlia non ha niente e che la febbre è dovuta all’età….OK, se così fosse sarei la prima a rallegrarmi ma allora il mal di gola costante che non riusciamo a mandar via cosa significa e la spossatezza e il poco appetito? Mia figlia non mi sembra al massimo della forma.
Oggi 21/1 dietro consiglio dell’infettivologo viene visitata dall’endocrinologo che le diagnostica ipotiroidismo e visto che una nonna è gravemente ipotiroidea, visto che la febbre e il mal di gola si protrae da tempo le prescrive 1cp. al giorno di Eutirox 50mcg per ipotiroidismo e una ecografia alla tiroide. Speriamo in bene
Scusatemi per la ‘solfa’ che vi ho propinato ma vorrei sapere cos’altro posso fare per lei, ringrazio anticipatamente chiunque voglia darmi un consiglio.





[#1]
Dr. Giuseppe Finzi Ematologo, Oncologo, Medico internista, Cardiologo, Angiologo 332 11
Una possibilità è che sua figlia abbia una tiroidite, cioè una infiammazione della ghiandola tiroide, raggiunta da un virus che inizialmente si è localizzato in gola.
Questo spiegherebbe la elevazione del TSH (la tioride sta smettendo di funzionare sotto la azione distruttrice del virus o di autoanticorpi da esso scatenati).
L'ecografia dovrebbe essere d'aiuto, ma consiglierei di far dosare gli anticorpi antitireoglobulina ed antiperossidasi (cosiddetti "anticorpi antitiroide").
[#2]
Attivo dal 2006 al 2008
Oncologo, Medico legale
Gentile aica


la descrizione della sua situazione clinica depone in prima ipotesi

per tiroidite di origine virale proabilmente.

Le consiglio di effettuare un'esame ecografico e studio degli ormoni

tiroidei oltre agli esami ematochimici di routine



DOTT.VIRGINIA A.CIROLLA
______________________________
[#3]
dopo
Utente
Utente
il 04/01 ha effettuato ft3: 3.62, ft4:1.08 , antc.antitireoglobulina <62 , antic. antitireoperossidasi <62.
Per effettuare l'eco alla tiroide ha l'appuntamento martedì 29/1 ma dovrò posticipargliela perchè domattina la opereranno di appendicite retrocecale acuta.
[#4]
Dr. Giuseppe Finzi Ematologo, Oncologo, Medico internista, Cardiologo, Angiologo 332 11
In bocca al lupo per l'appendicectomia.
Ci faccia sapere gli esiti dell'eco alla tiroide.
mantenga monitorati i parametri di funzionalità tiroidea (FT4 e TSH) una volta al mese per i primi tre mesi.
[#5]
Attivo dal 2006 al 2008
Oncologo, Medico legale



Le faccio i migliori auguri per l'intervento di appendicite

retrocecale.

Mi tenga informata degli esiti chirurgici e dell'esame ecografico.


DOTT.VIRGINIA A.CIROLLA
________________________________
[#6]
dopo
Utente
Utente
Mia figlia è stata operata in data 28 gennaio di appendicite acuta, tutto si è svolto regolarmente.
La febbre c'è ancora, ma bassissima: al risveglio al massimo ha 37.1 alla sera al massimo ha 37.6 di temperatura. Il dottore dice che gradualmente andrà via...
L'esito dell'eco alla tiroide: Tiroide in sede nella norma per morfologia e dimensioni con ecostruttura omogenea, senza focalità a carattere patologico; di fimodyts univsmrnyr mivtovidy volloifslr fi vitvs 2.5 mm al III inferiore del lobo di destra. Alla valutazione color Doppler non significativo incremento della vascolarizzazione della ghiandola. Trachea in asse. Regolari le ghiandole parotidi e sottomandibolari. Presenza di linfonodi ovali di aspetto reattivo sino a 2.2 cm nelle sezioni linfonodali seconde.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa