Dolore addominale milza

Salve,
volevo un parere sul problema che ho da quache settimana. Premetto che ho 19 anni e ho iniziato a fare camminate di un'oretta diverse volte alla settimana, passando da completa sedentarietà a movimento, che inizialmente mi procurava fastidi alla milza, ma so che è normale all'inizio. Poi pian piano questo dolore è scomparso, ma dopo qualche tempo, un giorno mentre camminavo già da quasi un'ora, ho cominciato a sentire improvvisamente fortissimi dolori addominali nella zona della milza, che diventavano sempre più intensi. Una volta finita la camminata, mi sentivo la milza molto gonfia e pesante. E da quel giorno spesso sento questa specie di volume, come fosse una "palla" a livello della milza, anche semplicemente quando cammino piano, e da fastidio. Tastando non da particolare fastidio, e a riposo non sento nulla. Ma appeno cammino sento questo fastidio in quella zona. E' un dolore più attenuato rispetto al primo episodio, e mi accorgo che(mentre cammino veloce) dopo diverso tempo che è cominciato, si attenua ma rimane. Ho un po' paura perchè sono ipocondriaca e temo di avere un linfoma alla milza, perchè sento questo volume che non riesco a ricondurre a nulla. Escludo malattie come la monoucleosi perchè è impossibile che l'abbia potuta prendere ora come ora, e nemmeno penso sia per lo sforzo fisico, perchè il dolore si presenta anche con semplici camminate, ed è comparso dopo un periodo che il dolore da affaticamento era scomparso.
Attendo i vostri pareri più esperti, sperando di avere anche una semplice idea di ciò che potrebbe essere. Grazie in anticipo..
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
Il mal di milza è un sintomo classico del runner principiante, così tipico da essere ritenuto patologico nel caso in cui si manifesti in soggetti ben allenati.

Il dolore alla milza, oltre che in condizioni patologiche, può insorgere anche in seguito ad uno sforzo fisico prolungato.

Qualunque sia l'origine "benigna" di questo dolore percepito durante lo sforzo, l'allenamento produce degli adattamenti circolatori e metabolici che, nella stragrande maggioranza dei casi, portano alla completa scomparsa del disturbo.

Quanto poi alla diagnosi di linfoma, non è significativo questo tipo di sintomatologia.

Può comunque porre freno alle sue paure con una rincuorante ecografia ed esami di routine che andrebbero comunque fatti prima di intraprendere un'attività ginnica quale che sia.

Saluti

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio vivamente dottore, mi ha tranquillizzata.
Provvederò a fare un ecografia, per ora cercherò di stare più tranquilla, la ringrazio ancora!
Saluti
[#3]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
Si figuri.

Mi ritenga disponibile.

Saluti

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa