Utente
Salve, sono una ragazza di 23 anni,
a volte mi capita di avvertire una forte "ansia" ossia battiti cardiaci accellerati, testa pesante come pressata da qualcosa, nervosismo, e quando respiro è come se non riuscissi a far entrare abbastanza aria e avessi qualcuo seduto sul petto, il tutto a volte accompagnato da vampate di calore. Questa sensazione dura anche per ore.
Io credo si tratti di ansia ingiustificata, ma non sono un medico quindi non ne ho la certezza.di cosa può trattarsi? e quali rimedi ci sono? almeno per calmare i sintomi nell'immediato. Ho sentito parlare dei fiori di bach potrebbero essermi utili?
Grazie.

[#1]  
Dr. Giovanni Testa

20% attività
0% attualità
0% socialità
()

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2004
Salve,
potrebbe trattarsi come dice lei di attacchi di ansia o panico, scatenati da un qualche fattore emozionale; prima di esserne certa però le consiglio, dopo aver parlato con il suo medico curante, di eseguire analisi del sangue di routine con glicemia, sideremia, compresi i valori tiroidei (eventualmente anche ecografia tiroidea) e di misurare la pressione arteriosa. I fiori di Bach come le tisane di camomilla o di valeriana sicuramente non le faranno male, anzi.....Mi tenga informato
Cordiali Saluti

[#2]  
Attivo dal 2006 al 2008
Gentilissima,
ho riletto anche i suoi precedenti consulti richiesti.
Mi sento ,come gia' fatto dal collega Dott Testa, di consigliarle una valutazione della funzionalità tiroidea, esami del sangue ed Ecografia.
Mi sembra comunque di aver colto sempre una nota di tensione, ansia nelle sue richieste.
Il colon irritabile è,escludendo cause organiche,un disturbo psicosomatico . I suoi attuali sintomi ,ripeto escludendo una possibile causa tiroidea.potrebbero essere espressione di ansia.
Pertanto le consiglierei, esclusa qualsiasi causa organica, un colloquio con un medico psicoterapeuta.
Ci faccia sapere esiti esami,
cordiali saluti
Di Sipio

[#3] dopo  
Utente
Prima di tutto grazie delle risposte.
Qualche mese fa, proprio per i presunti problemi al colon, ho effettuato esami del sangue completi, citotes, esami delle urine, delle feci ed esami del sangue per la tiroide da cui non è risultato nulla se non una serie di intolleranze alimentari le quali sono poi risultate essere la causa dei miei mal di pancia dato che seguedo una dieta questi non si sono più ripresentati se non nei giorni precedenti il ciclo.
La pressione stamattina era di 125/78 con 78 battiti, non rilevante.
Quindi a quanto pare scoppio di salute...ma capitano momenti, come oggi, in cui sento questi "sintomi" ansia, battiti accellerati, testa pesante etc etc e non nascondo di essere molto ansiosa, se non addirittura ipocondriaca...penso sempre "Oddio, che sarà?"
Quando qualche mese fa, si erano presentati i problemi al colon ho anche pensato ad una causa psicosomatica, nonostante io sia una persona molto solare allegra ed estroversa; e mi son rivolta ad uno psichiatra specialista di psicoterapia cognitiva, ma non è andata bene: alla prima seduta ha detto che il mio problema era voler avere la situazione sempre sotto controllo e mi ha proposto di prendere l'entact (come ben saprete un antidepressivo) e dato che non mi sento assolutamente depressa, oltre ad uscire dal suo studio in lacrime ho deciso di non tornarci più; se cominciassi a prendere ora antidepressivi quando avrò veramente dei problemi magari dei figli, un lavoro pesante e una vita stressata che farò?
E infatti, alla fine ho risolto tutto seguendo la dieta delle intolleranze, altro che antidepressivi....
Tornando ai sintomi per cui ho scritto stamattina, chiederò al medico la prescrizione di una ecografia tiroidea; anche se comincio a pensare che la causa possa essere il ciclo mestruale, dato che mi capita di avvertirli sempre i giorni precedenti al ciclo, è possibile che dipenda da quello?
Riguardo ai fiori di bach, ho comprato il rescue remedy, so che servirebbe una composizione personalizzata (che mi procurerò presto) ma nel frattempo spero faccia effetto quello.
Grazie delle gentili risposte e della pazienza e del tempo dedicati ad ognuno di noi, Vi informerò quanto prima sui risultati dell'ecografia e sui benefici tratti dai fiori di bach.

[#4] dopo  
Utente
Sono stata ieri dal medico,
il quale crede si tratti di una problematica ormonale; per escludere comunque qualsiasi altra cosa mi ha prescritto una visita dal cardiologo, un elettrocariogramma e una visita ginecologica per vedere se, dopo aver fatto le opportune indagini, un dosaggio ormonale possa essere la soluzione adatta al mio caso.
Nel frattempo continuano gli stati di ansia, le vampate di calore, gli sbalzi d'umore, la stanchezza e di tanto in tanto la tachicardia e aumenti e diminuzioni improvvise della temperatura.
Vi infomerò quanto prima dell'esito di tutte le visite e di tutti gli esami.

[#5]  
Dr. Giovanni Testa

20% attività
0% attualità
0% socialità
()

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2004
G.lissima utente,
va bene tutto quello che le ha prescritto il medico curante (vis. cardiologica con e.c.g.), ma prima di andare a visita ginecologica le consiglio di fare il dosaggio ormonale ematico prima, in modo che il ginecologo/ga abbia già qualche elemento (oltre la visita); e non dimentichi l'ecografia tiroidea. Mi faccia sapere..

[#6] dopo  
Utente
Ho fatto oggi la visita dal cardiologo e ho fatto l'ECG, esito:
Ritmo sinusale,
Deviazione assiale destra,
Blocco incompleto di branca destra,
ECG per altro normale.

Che significano deviazione assiale destra e blocco incompleto di branca destra?

Il cardiologo ha semplicemente detto che è tutto ok, e che devo fare un pò di attività fisica.

me cercando su internet la spiegazione su come leggere l'ecg mi son un pò spaventata da quello che ho capito non è cosi normale avere la deviazione assiale e il blocco incompleto.

Aspetto risposta grazie come sempre.

[#7]  
Dr. Giovanni Testa

20% attività
0% attualità
0% socialità
()

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2004
Buonasera,
per quanto riguarda la deviazione assiale destra, significa che l'asse elettrico (cioè la direzione della diffussione elettrica del cuore)è spostato, tra determinati valori di riferimento, di un x gradi; e la dev. assiale destra entro questi limiti è normale. Blocco incompleto di branca destra vuole dire che la parte destra è un pò più lenta nella contrazione (molto semplicemente); cmq non c'è nulla di cui preoccuparsi.Deve soltanto seguire i consigli del cardiologo. Mi tenga informato di altri esami.......