Utente 264XXX
Salve, sono un ragazzo 29 enne.
Da circa un mese ho una sensazione di pesantezza alla nuca e sento a volte la mascella rigida; da qualche giorno, invece sento come una saltuaria sensazione di costrizione alla gola e ho le mani gonfie che ogni tanto fanno male, specialmente la destra.
Il dolore si irradia anche lungo l'avambraccio.
A lavoro, un pò dopo l'inizio di questi sintomi, mi sono conficcato un pezzo di vetro nella mano destra all'altezza della congiunzione tra il mignolo e il resto della mano, il taglio non è esteso ma, considerando che a quasi un mese di distanza a volte mi tira un pò, credo sia stato profondo.
All'inizio mi ero spaventato perchè ho il terrore di malattie tipo il tetano ed altre gravi infezioni ma non credo questo sia il mio caso, visto il tempo trascorso e la totale assenza di infezione della ferita.
Ho pensato ad un disturbo di artrosi cervicale, visto che cercando in rete ho trovato molte analogie con i miei sintomi ( spossatezza, tachicardia, dolore che parte dalla testa e si irradia come un fastidio alla mascella ) ma vorrei il parere di un esperto a riguardo.
è normale che una ferita faccia male a tratti dopo quasi un mese dalla lesione, anche quando si è immobili? Ho proprio bisogno di sentire il parere di un esperto, anche se so che una visita dal mio medico curante sarà l'unica cosa che potrà finalmente far luce su questi disturbi.
Premetto che sono un tipo ansioso.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

per quanto concere il disturbo persistente sulla mano bisognerebbe escludere (con visita chirurgica) che non sia rimasto qualche residuo di vetro, mentre per gli atri disturbi non è da escludere un'artrosi cervicale.

Saluti
Dr Felice Cosentino - Casa di Cura La Madonnina - Milano
Gastroenterologia, Colonscopia robotica, Colon wash
www.endoscopiadigestiva.it