Utente 613XXX
Ho fatto delle analisi del sangue e questi sono i valori più alti che mi preoccupano:
GOT/AST 56
GPT/ALT 138
se è possibile vorrei sapere se devo preoccuparmi o meno.
Nel ringraziarvi colgo l'occasione per porgervi distinti saluti.

[#1]  
Dr. Sebastiano Petracca

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
I valori normali (GOT) sono compresi tra 10 e 45 UI/l; per GPT sono compresi tra 10 e 40 UI/l, naturalmente potrebbero esserci delle variazioni dei valori limiti in alcuni laboratori.

Sono enzimi localizzati in vari tessuti che intervengono nel metabolismo degli aminoacidi. Il normale processo di "rinnovamento" di questi enzimi localizzati all' interno delle cellule fa sì che essi vengano riversati nel sangue ove possono essere dosati. In caso di danno o morte cellulare la concentrazione ematica di questi enzimi aumenta significativamente. Le transaminasi più utilizzate sono: GOT e GPT. L' aspartato amino transferasi (GOT) aumenta nel sangue in caso di danno acuto alle cellule epatiche, di infarto del miocardio, di lesioni muscolari, di malattie del sistema nervoso centrale e altre malattie extraepatiche. Pur non essendo specifico, fornisce utili indicazioni per le malattie del fegato. L' altro enzima compreso nelle transaminasi è l' alanina aminotransferasi (GPT): è un test più sensibile e specifico per lo studio di epatopatie (patologie a carico del fegato), ma non contribuisce a una migliore comprensione della malattia in atto. Entrambi sono in genere richiesti per valutare la funzionalità del fegato e del cuore. Valori alti delle transaminasi non significano necessariamente la presenza di una malattia epatica o cardiaca: l' attività sportiva, un affaticamento o una patologia muscolare innalzano infatti il livello di questi enzimi nel sangue. La carenza di vitamina B6 (piridossina) induce al contrario una diminuzione delle transaminasi.
Fra le cause epatiche più comuni di valori elevati di transaminasi si possono citare l'alcol (in alcuni bevitori si hanno addirittura valori normali), i farmaci, l'epatite cronica virale o quella autoimmune (rivelata dall'aumento delle immunoglobuline), la steatosi epatica (al massimo valori quadrupli rispetto alla norma; la tipica infiltrazione di grasso nel fegato può essere vista con un'ecografia), l'emocromatosi (una malattia ereditaria che accumula ferro nel fegato con innalzamento dei livelli di ferritina).

Gli esami del sangue si dovrebbero eseguire non solo a digiuno ma anche a riposo, proprio perchè l'attività sportiva intensa o un affaticamento innalzano il livello di questi enzimi nel sangue.

Faccia controllare gli esami eseguiti dal suo medico e vedrà che saprà interpretarli al meglio.
Cordiali saluti
Dr. Sebastiano Petracca
Anestesista Rianimatore
http://www.spteam.it
http://www.sanitaprivata.com