Got, lipasi, cpk elevati

Cari dottori,
premetto che ad inizio luglio sono stato operato d'urgenza di appendicite e periappendicite acuta flemmonosa con vari versamenti in addome (zona pelvica, periappendicolare e sovra epatica). Operazione in laparoscopia con drenaggio per 4 gg. Tutto e' andato bene e lentamente durante il mese di convalescenza ho ripreso la forma anche se ho perso circa 4 Kg di peso, peso che ho ripreso completamente. Ora a distanza di tre mesi ho effettuato delle analisi di controllo da cui gli unici valori alterati risultano:

GOT 40 (v.n. 0-37 U/L) (con GPT e Gamma GT normali)
Bilirubina diretta 0,32 (v.n. 0,05-0,25 mg/dl) (con bilirubina totale e fosfatasi alcalina normali)
Lipasi serica 55,1 (v.n. 0-38 U/l) (con amilasemia normale ad 80 su un range 0-100)
CPK 669 (v.n. 22-269 U/l)

Soprattutto l'ultimo valore mi da' da pensare, ma il mio medico mi dice che quello e' l'effetto di qualche sforzo fisico o di attivita' sportiva (in effetti 5 gg prima dell'analisi ho ripreso dopo un anno a fare nuoto senza pero' allenamenti in mezzo ai 5 gg). Uso inoltre la bicicletta tutti i giorni per andare a lavoro a circa 3 Km di distanza.

Non so se sia importante il fatto che sono un paio di mesi che soffro di dolori lombari bilaterali o alternati a dx e sx con irradiazione ai fianchi intorno la cresta iliaca, le costole laterali piu' basse e gli inguini, e a volte anche alla parte posteriore di gambe e polpacci a cui avverto una sensazione a volte di affaticamento. In effetti durante le vacanze ho fatto molti sforzi (ho due bambini piccoli) e ho cominciato ad avere un po' di mal di schiena notturno che passava la mattina dopo un po' che mi ero alzato. Il medico di famiglia mi ha detto che e' un problema del rachide lombare o una contrattura dei muscoli laterali per cui mi ha detto di prendere degli anti-infiammatori per qualche giorno e fare ginnastica posturale.

Per completezza vi posso dire che attualmente sono alto 1,82 metri per un peso 78 Kg che come detto e' lo stesso peso di prima dell'operazione di appendicite. Circa 3 kg li ho ripresi in un solo mese tra la fine di agosto e la fine di settembre.
Inoltre non fumo e bevo circa un bicchiere di vino o una birra solo a cena.

Circa 3 anni fa mi era capitato un altro piccolo sbalzo, analogo a questo, della lipasi con amilasi normale ed il medico mi aveva detto che non aveva grande significato clinico anche se da un'ecografia risultava la bile un po' densa per cui mi aveva prescritto un cura per qualche mese di Deursil e anche questa volta, senza ecografia, me lo ha riprescritto.

Volevo sapere se questo basta o se avete suggerimenti su come comportarmi.
Grazie mille per la vostra attenzione e per il vostro lavoro.
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
Esistono varie condizioni che possono determinare un aumento della CPK (creatinfosfochinasi) fra cui l'esercizio fisico.
Non siognificativi gli altri valori da lei riferiti.

Cordialmente

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Caro Dr. Quatraro,
la ringrazio per la risposta. In effetti il mio medico mi aveva accennato a possibili diverse origini dell'alterazione del CPK: quella cardiaca che però escludeva per mancanza di famigliarità, età, costituzone e risultati di altre analisi (colesterolo e trigliceridi sempre bassi), quella muscolare e quella legata a problemi di miopatie e distrofie gravi. Avendo io qualche giorno prima riniziato l'attività sportiva dopo uno stop abbastanza lungo, ha ritenuto di attribuire l'aumento a questo dicendo di ricontrollarlo tra un paio di mesi.
Tuttavia volevo sapere da lei se anche questo prolungato problema alla schiena che ho da un paio di mesi possa esserne la causa oppure se la causa potesse essere trovata nel recente intervento chirurgico attraverso aderenze o altre cause.

Grazie ancora
[#3]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
La dorsomialgia, più che l'intervento chirugico, può avere un ruolo per la sofferenza della componente muscolare.

Non sarebbe male un iniziale approccio diagnostico, radiologico, ma ovviamente ne parli con il suo curante.

Saluti

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa