Utente
Buongiorno Dottori,
vi contatto perché nelle ultime settimane mi è successa una cosa che mi ha preoccupato.

Preciso che sono una persona ansiosa, che ha già sofferto di attacchi di panico nel 2012 e che tutt'oggi sono in terapia presso uno psichiatra per problemi legati ad ansia, soprattutto riguardo a morte e malattie. Purtroppo ultimamente ho ricominciato a fumare, causa anche una situazione un po' stressante e pressante sul posto di lavoro.

Detto questo, vi spiego: nelle ultime settimane mi è successo un paio di volte di essere a letto e durante la fase di addormentamento avverto, per al massimo un secondo, come un blocco in gola che sembra impedirmi di respirare. Allo stesso tempo, quando avverto questo "blocco", sento un forte caldo (soprattutto alle gambe) che svanisce dopo pochi secondi.

Non so se possa centrare ma segnalo anche che da quasi due mesi avverto un fastidio sulla parte posteriore della lingua, lato destro, sembra come se ci fosse un brufolo o qualcosa che comunque non fa male ne da bruciore ma solo un fastidio. L'otorinolaringoiatra mi ha visitato un paio di volte e secondo lui è una semplice irritazione, mi ha prescritto dunque un colluttorio medico che in parte aiuta ma non mi ha fatto sparire il fastidio.

Ritornando al "blocco alla gola": di cosa potrebbe trattarsi? Semplice ansia o qualcosa di fisico?

Ringraziandovi anticipatamente porgo cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Con i limiti della distanza
potrebbe trattarsi del cosiddetto "bolo isterico",
ovvero di un sintomo su base ansiogena.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it