Utente
Salve a tutti, spero che la categoria sia quella più opportuna. Mi chiedevo, visto che preferirei evitare di prendere la pillola o un contraccettivo ormonale visti i problemi che mia madre e sue amiche hanno avuto a causa di essa, ho letto della spirale in rame. Anche se non ho avuto figli potrei utilizzarla? Grazie mille in anticipo.

[#1]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
20% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
perchè lei crede che la spirale sia un metodo contraccettivo privo di qualunque rischio?
Se crede questo è male informata.
La pillola ha controindicazioni solo se lei ha una trombofilia accertata e se ha l'abitudine deprecabile al fumo di tabacco. O se è ipertesa non controllata.
Per il resto è un metodo contraccettivo sicuro ed efficace.
Ne parli con il suo Ginecologo.
Cordialità
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#2] dopo  
Utente
Salve, innanzitutto grazie della risposta. A quanto pare non sono a conoscenza di tutti i rischi della spirale di rame, potrebbe spiegarmeli? La ringrazio in anticipo

[#3]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
20% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signorina,
la spirale è un corpo estraneo che viene posizionato entro la cavità uterina. Con ciò inibendo l'annidamento di un ovulo fecondato.
Nella sua fascia di età non è il contraccettivo di prima scelta perchè soprattutto reazioni infiammatorie indotte possono compromettere la fertilità successiva.
Oltre ai rischi, assai più remoti,di spostamento del dispositivo, di perforazione endometriale, di espulsione della stessa spirale o di gravidanza nonostante la spirale nel qual caso se non sia possibile rimuovere prontamente il dispositivo, si crea una situazione necessitante di manovre ginecologiche che a 20 anni è meglio evitare, se è possibile.
La sua diffidenza verso la pillola estroprogestinica mi potrebbe dire da cosa è determinata?
Ci sono provate controindicazioni? O ci sono miti popolari che la dissuadono, come quelli che fa ingrassare, fa venire il tumore al seno, la tromboflebite, l'embolia e chi più ne ha più ne metta?
Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.

Dr. Vincenzo Caldarola

[#4] dopo  
Utente
Salve dottore, non è per il mito del peso o altre stupidaggini simili ma perché mia madre in primis a causa della pillola ha avuto problemi al seno che potrebbero scaturire in un tumore a detta dei medici, che sono stati causati dalla cura ormonale e purtroppo oltre a lei anche altre donne che conosco. Poco mi importa del peso ma più che altro della salute.

[#5]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
20% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Se lei non ha un seno a rischio, non ha familiarità per carcinoma mammario, lasci stare le amiche di sua madre o le donne che conosce e pensi piuttosto che l'inibizione funzionale dell'ovaio, indotta dalla pillola, lo mette a riposo finchè viene assunta con ciò riducendo il rischio di un grave tumore: il carcinoma epiteliale dell'ovaio.
L'azione protettiva è anche a carico dell'endometrio.
Le statistiche segnalano un lievissimo aumento del rischio di cr mammario e di cr della portio: ma tale rischio rimane trascurabile specialmente con le pillole moderne a basso dosaggio ormonale.
Ne parli con il suo ginecologo di fiducia.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#6] dopo  
Utente
Grazie mille per la sua disponibilità dottore.

[#7]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
20% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Di nulla!
Buona serata,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola