Microlinfoadenopatia in sede intercavo-aortica e nella radice del mesentere.

Buongiorno,

ho effettuato un'ecografia completa dell'addome poiché non riesco a correre per più di pochi minutiin quanto mi fa male la parte sinistra dell'addome, tutto assolutamente normale anche il fegato che penavo invece fosse ingrossato.
Si evidenzia però: in sede intercavo-aortica e nella radice del mesentere si identificano multipli e minuti linfonodi con diametro inferiore al centimetro. Microlinfoadenpatia addominale dndd (virale?) da correlare con inquadramento laboristico più approfondito.

Recandomi dal mio medico di base mi ha sottoposto ad un rx al torace (tutto nella norma) e multipli analisi del sangue da cui si evidenzia:
- infezione da EBV non recente in fase silente.
-ellettroforesi delle sieroproteine
valutazione semiquntitativa : ipogammaglobulinemia
valutazione qualitativa: non si rilevano alterazioni qualitative
proteina di Bence Jones: assente

Il medico mi fa eseguire un ulteriore esame per verificare l'ipogammaglobulinemia ma risulta tutto nella norma. Dice che l'unica causa possibile di questa microlinfoadenopatia è la mononucleosi.

Mi consiglia ulteriore ecografia tra quattro mesi e di ripetere l'esame dell'elettroforesi.

Il mio medico di base non da molte spiegazioni e cercando su internet i termini mi sono preoccupata. Vorrei ulteriori parer e sapere che altro posso fare per rendere più chiara la situazione

Ringrazio in anticipo e porgo i miei più cordiali saluti.
[#1]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
salve,
non comprendo in assenza di alterazioni monoclonali del tracciato elettroforetico a che cosa serva la ricerca della proteina di Bence - Jones, ma tant'è.
Lei mi prosta dei dati che io devo assumere come tali: una ipogamma, una pregressa mononucleosi, l'assenza di esami intesi a valutare la situazione immunologica per CMV e per Toxoplasma e le conclusioni del medico.
C'è il limite telematico e c'è il limite della metodica ecografica che di regola andrebbe integrata con una TC addomino - pelvica prima e dopo mdc.
Ciò detto, una micropoliadenopatia sub centimetrica addominale, come quella che le hanno diagnosticato, può essere legata anche a flogosi dell'Utero e degli annessi o a patologie dei medesimi ed è per questo che le consiglio almeno una visita ginecologica.
Anche perivisceriti aspecifiche possono essere la causa del suo quadro ecografico.
Che ovviamente va tenuto sotto controllo per valutare una crescita dimensionale delle stazioni linfonodali megaliche.
Cordialità,
Dott. Caldarola.
[#2]
dopo
Utente
Utente
CMV e Toxoplasmosi negativi.
Sull'ecografia oltre alla microlinfoadenopatia vi è riportato:

Fegato nei limiti morfo-ecostrutturali in assenza di lesioni focali. Colecisti con pareti regolari libera da calcoli. Non dilatate le vie biliari. Pervia la vena porta. Regolari reni milza e pancreas. Appendice in sede abituale di aspetto regolare. Vescica utero ed annessi regolari. Non versamento libero addomino-pelvico.

Ho effettuato due mesi prima dell'ecografia addominale un'ecografia all'utero e una visita ginecologica e tutto era nella norma.

Mi scusi ma non conoscendo i termini medici faccio fatica a comprendere la sua risposta.

Cos'è una flogosi? e Perivisceriti aspecifiche?

Confido in una sua risposta.
[#3]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Una flogosi è una infiammazione.
Una periviscerite è una infiammazione della membrana che avvolge i visceri.
Ovviamente entrambe possono spiegare la presenza di una reazione linfonodale intra addominale.
Credo molto meno alla Mononucleosi.
Cordialità,
Dott. Caldarola.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Ma sono cose gravi? Mi devo preoccupare o posso stare tranquilla? Che esami mi consiglierebbe di fare? Vorrei capire la gravità di questa microlinfoadenopatia.

Mi tolgo anche l'ultimo dubbio, cosa significa ipogammaglobulinemia? Il medico mi ha fatto fare l esame diagnostico delle proteine e questo è il risultato:

S-IgG valore 6.53 unità g/L intervalli di riferimento 6.00-16.00
S-IgA valore 1.41 unità g/L intervalli di riferimento 0.80-4.00
S-IgM valore 0.82 unità g/L intervalli di riferimento 0.40-2.40

Sono nei limiti è normale? Dovrei approfondire?

Mi scusi per le continue domande ma se rispondesse a tutto quello che ho appena chiesto forse mi tranquillizzerei.

Ringraziandola per la pazienza auguro un buon lavoro.
[#5]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
SIgnora,
i dati di laboratorio che posta sono nei limiti della normalità.
Non ha Ipogammaglobulinemia.
Credo che lei stia esagerando per una micropoliadenia addominale che il più delle volte passa inossevata.
Le dimensioni dei linfonodi sono tali che l'unica strategia diagnostica razionale sarebbe una conferma con una TC di addome e pelvi prima e dopo mdc.
A seguire un monitoraggio mensile ecografico e poi a sei mesi con TC.
Se la situazione restasse invariata si potrebbe chiudere il caso o per lo meno dilazionare i controlli.
Ne parli con il suo curante.
cari saluti,
Dott. caldarola.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore!

Ieri ho eseguito nuovamente l'ecografia e non vi è più nessun linfonodo ingrossato! Probabilmente si trattava di qualcosa di virale!

Grazie per le sue risposte dei giorni scorsi!

Auguro un buon lavoro!!
[#7]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Sono contento per lei.
ottime cose e ad maiora semper!
Dott. Caldarola.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa