Utente
Buongiorno

dopo aver effettuato un ecografia tiroidea è emerso un nodulo di circa 1X0,8 cm vascolarizzato.
Il risultato dell'agoaspirato ritirato stamane è il seguente:

Strisci costituiti da emazie, colloide di fondo, elementi infiammatori e numerosi tireociti in metaplasia ossifila riuniti in aggregati simil-follicolari.
Reperto morfologico compatibile con neoformazione follicolare a cellule di Hunthle TIR3B.

Premetto che i valori degli esami del sangue relativi alla funzionalità tiroidea sono normali.
Ora da quello che mi ha spiegato l'endocrinologo al telefono, significa che l'esito è incerto... e senza entrare nei dettagli mi ha detto che bisogna approfondire ulteriormente.
Leggendo sui vari forum la linea guida sembrerebbe essere l'asportazione totale o parziale della tiroide...
Possibile che non esista un modo per sapere effettivamente se il nodulo è benigno o maligno prima di asportarlo?
Ora leggevo del test Afirma. In italia non esiste un centro dove poter effettuare questo test?

Grazie

[#1]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
12% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
l'esame citologico dell'agoaspirato è fortemente suggestivo di un nodulo con caratteristiche di malignità.
Nè si può escludere che altri focolai di carcinoma siano presenti in altre zone della tiroide.
In questi casi la strategia migliore e risolutiva è la tiroidectomia con conservazione delle paratiroidi, seguita a accurato esame istopatologico della turoide tutta.
Tutti i test, AFIRMA compreso, non garantirebbero tranquillità.
Le consiglio di fare riferimento a Pisa, al Dipartimento Universitario di Endocrinochirurgia, centro di riferimento nazionale per la terapia chirurgica delle patologie neoplastiche della tiroide.
Mi tenga aggiornato se vorrà.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dr. Caldarola

Intanto grazie per la sollecita risposta.
Stamane ho parlato di nuovo con il mio endocrinologo che mi ha consigliato di rivolgermi alla Chirurgia endocrina del Policlinico Gemelli di Roma al fine di far valutare al chirurgo la situazione. (Premetto che sono residente a Roma)
E' un buon centro?
Speriamo che l'appuntamento tramite CUP per la visita chirurgica non sia troppo lunga....
Secondo il suo parere bisogna intervenire immediatamente oppure un eventuale intervento può essere effettuato a settembre?
Ho dei seri problemi lavorativi, ed operarmi ora potrebbe voler dire perde il posto di lavoro...

Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
12% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
il suo endocrinologo le avrà pure detto se ha necessità di un intervento urgente o differibile di sei mei.... Sennò che endocrinologo è?
Prima toglie via quella tiroide prima si mette in sicurezza.
Io preferisco Pisa al Gemelli: ha una scuola endocrinologica storica: poi valuti lei con l'aiuto del suo Endocrinologo.
Carissimi saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#4] dopo  
Utente
Gentile Dr. Caldarola

il mio endocrinologo ha detto che deve essere il chirurgo a stabilire l'urgenza dell'intervento....
Secondo lei potrebbero anche stabilire di effettuare un altro agoaspirato, ha aggiunto che fino a qualche anno fa per il mio caso la chirurgia era l'unica soluzione. Mentre adesso potrebbero fare ulteriori accertamenti prima di procedere con l'asportazione totale della tiroide.
Comunque sabato andrò al cup del gemelli per verificare i tempi di attesa per la vista medico chirurgica.

Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
12% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Signora,
il suo ago aspirato è chiaro.
Secondo le linee guida la sua tiroide va tolta.
Rifarlo non servirebbe a nulla.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola