Perdita ponderale - esami fa fare

Gentili,

Scrivo per mio padre, 67 anni appena compiuti , atletico e non fumatore da oltre 15 anni.
Durante le vacanze pasquali mi riferisce un calo ponderale di 3 kg (da 82 a 79) con altezza leggermente inferiore a 180 cm, che registra negli ultimi tre mesi, in assenza di altri sintomi e di una attività sportiva modicamente aumentata con l'arrivo della bella stagione (orto e varie escursioni in montagna oltre a lavori di ripulitura domestici).
Riferisce di avere un appetito costante, di mangiare regolarmente, di andare regolarmente al bagno e di sentirsi in forma.
Unico problema di salute è la prostata ingrossata tenuta sotto controllo dall'urologo.
Non è ben disposto ad andare dal dottore credo per timori di gravi malattie e cultura arcaica. Per completezza di informazione mi ha riferito che anche l'anno passato crede di aver avuto un calo di peso simile ma minore con l'arrivo della bella stagione e quindi l'aumento dell'attività fisica, ma non so se l'abbia detto solo per tranquillizzarmi.
Adesso, siccome credo abbia capito che se ne debba occupare e non preoccupare (anche se lo è/siamo), e non potendo aiutarlo in quanto abito a distanza vorrei capire quali esami riteniate utili nel suo caso oltre a visita medica. Tuttavia conoscendo il suo medico di base e non ritenendolo esattamente un luminare avrei necessità di qualche indicazioni più precisa.

Avevo pensato per iniziare a suggerirgli esami del sangue completi ed ecografia addome per iniziare.

Potrebbe essere un naturale cambiamento nel suo metabolismo con l'età che purtroppo avanza?

Grazie 1000
[#1]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Caro Signore,
una perdita di 3 kg, se non prosegue in un calo ponderale ulteriore, in un soggetto che lei descrive come uno che mangia ma brucia anche molto, non deve indurre in allarme.
Probabilmente le attività che suo padre fa benissimo a praticare con la bella stagione si sono intensificate e un calo ponderale può essere la conseguenza.
Io credo che una banale routine ematochimica, con emocromo completo, controllo dei vari parenchimi (rene e fegato) e del pattern del ferro (sideremia, ferritina, transferrina) sia più che sufficiente a escludere o suscitare dubbi che potranno richiedere ulteriori indagini.
L'eco addome non si nega a nessuno, specie ai figli ansiosi, ma dubito che troverete delle brutte sorprese.
Suo padre è il classico 70 enne che si sente eternamente 40 enne e questo le assicuro che è un'ottima cosa.
Vi sareste dovuti preoccupare del contario.
Fatemi sapere, se vorrete.
Cari saluti ovviamente anche al papà.
Dott. Caldarola.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa